Vai al contenuto
Ultima
watchmen

Watchmen – Tocca a te dottore, dimmi cosa vedi

Snyder crea un distillato di cinema che pesca a piene mani dalle tavole del fumetto. Gibbons e Moore hanno fatto un lavoro perfetto, Snyder doveva solo metterlo in movimento ma lo fa a modo suo, facendo vivere ogni secondo come se fosse un minuto e far scorrere all’improvviso tutto nelle vene come se fosse pompato da un cuore iperaccelerato. C’è “300” ma c’è qualcosa che va oltre, non solo la forza degli spartani, ma la poesia della perdita della nostra anima e del senso del nostro tempo.
Watchmen è un film grandioso perché ogni scena è grandiosa ed ha una potenza che travalica le parole e le immagini, è musica in movimento.

frost nixon

Frost/Nixon – Il duello ma parliamo di Rebecca Hall

È un sublime ritratto psicologico di un uomo, un potente caduto, sulle cui gambe cammina la filosofia e la forza che lo tiene in vita come animale politico: la ferma convinzione nello scontro, la battaglia, dialettica e ideale quale unica strada per il progresso personale e collettivo. Il Nixon di Langella e Howard è un essere indomito, convinto della propria politica ma conscio, in fondo all’animo, di aver sbagliato, di essere molto odiato e timoroso di non essere all’altezza. Ecco da dove arriva l’abuso di potere: dalla paura di non piacere e dalla convinzione della necessità ultima del ricatto.

Milk Sean Penn

Milk – Uomini di tutto il mondo unitevi

Milk fa comprendere il vento di destra che soffiava negli Stati Uniti alla fine degli Settanta, la fine del tentativo di Carter e l’inizio dell’età dell’oro (?) reganiana, fa comprendere che fu in atto un tentativo di arrestare la crescita dei valori di una società aperta, e di come delle persone si alzarono nei loro negozi, nei loro uffici, misero in pausa le proprie esistenze per opporsi a tutto ciò.

Prima visione – Ho fatto il tifo affinché i giapponesi radessero al suolo l’Australia (attenzione spoiler)

Vorrei rassicurare i miei lettori su alcune cose riguardanti il film Australia: Hugh Jackman fa il mandriano (ovvero cowboy ma siamo in Australia, quindi mandriano, e conduce le vacche da … Continua la lettura di Prima visione – Ho fatto il tifo affinché i giapponesi radessero al suolo l’Australia (attenzione spoiler)

Visioni successive – Quelli a cui gli immigrati il lavoro lo rubano per davvero

Il regista di Mediterraneo non c’è più: niente storie di amicizia, poesia e partite a pallone sulla spiaggia. Il Salvatores targato 2008 è fisicità prorompente dallo schermo, musiche che sconvolgono, … Continua la lettura di Visioni successive – Quelli a cui gli immigrati il lavoro lo rubano per davvero