Skip to content
Annunci

Visioni successive/The ultimate action movie

the raidPrendete una squadra SWAT indonesiana, una città indonesiana del cazzo, dei criminali indonesiani brutti, sporchi, cattivi, incazzati neri e all’ultimo stadio di una crisi di nervi, una storia familiare indonesiana, la polizia corrotta indonesiana. Poi, spedite la squadra SWAT all’interno di una zona della città indonesiana di cui sopra in mano ai criminali di cui sopra, con il compito di arrestare il capobanda, protetto da un esercito di cattivi cintura nera di qualsiasi arte marziale si conosca, armati fino ai denti, con un dispositivo di video sorveglianza da poter trasformare una guerra in un Grande Fratello. In tutto questo, un membro della SWAT ha un motivo particolare per fare irruzione. A dire il vero più di uno ha un motivo per affrontare i cattivi.
In sintesi, questo è The Raid Redemption, film del gallese Gareth Evans che è andato dall’altra parte del mondo per girare un film il cui titolo tutti i dizionari si sono affrettati a inserire in corrispondenza della parola Adrenalina e Ritmo.
Far incontrare SWAT e cattivi incazzati dentro un palazzo crea una miscela incredibile: vittime sacrificali e pazzi scatenati, da una parte e dall’altra creano una selvaggia violenza primordiale.
Ma dove Gareth Evans vince è nella crudeltà degli scontri e nelle coreografie dei duelli a suon di calci e pugni, dando un nuovo significato, ad esempio, alla parola sgozzare. Cose così non si sono mai viste, non a quella velocità, amplificate da personaggi che sono l’essenza purificata e blasfema del concetto di cattivo o di buono, o di chi sta nel mezzo e da una lingua che distilla efficaci concetti sintetizzati. Ad esempio: “Chiudi quella cazzo di bocca” in indonesiano credo si dica con una parola sola. Ma vuoi mettere come la sceneggiatura ne guadagna e il film non perde mai di ritmo? The Raid Redemption è lotta per la sopravvivenza, è savana, è giungla, un Black Hawk Down senza alcun tipo di mediazione o sovrastruttura, senza pietà e il romanticismo del soldato, così tamarro che perfino i suoni delle esplosioni, dei proiettili sono stati aggiunti digitalmente. Così, per fare più casino.

La battuta
Ora purifichiamo questa citta del cazzo

messafinita****½ Fa un po’ di tutto, anche se tutto quello che fa è bello ma inutile, un po’ come la matematica pura: magari non serve, ma è sublime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: