Skip to content
Annunci

Sicario

sicarioQuando la scena con Emily Blunt sudicia di sangue che si fa la doccia e la sequenza in cui sempre la Blunt vuole scopare forte con Joe “The Punisher” Bernthal non sono quelle che te lo hanno fatto venire più duro, allora siano di fronte a un grande film. 

È il caso di Sicario di Denis Villeneuve che ci trasporta di qua e di là del confine tra Stati Uniti e Messico per raccontare il Call of Duty: Modern Warfare della lotta ai cartelli della droga.
Un film spericolato Sicario, con una solida scena di operazione di estrazione di un boss della droga da Juarez costruita con una fitta coltre di tensione, in una sorta di videogame buoni-cattivi, e un’altra coi capoccioni della Cia-Fbi-Agenzie governative della sicurezza in cui giganteggia Josh Brolin in infradito. Qui c’è un enorme sottotesto politico e di attualità manco tanto sotto. Però, francamente questa non è la pagina degli esteri di The Guardian…
Siamo di fronte al solito poliziesco con la matricola ingenua che si ritrova in un gioco sporco più grande di lei, in cui è usata e messa da parte, ma ciò che stupisce in Sicario è la regia sicura, a tratti elementare che trasuda fascino da ogni fotogramma e un tocco di fantascienza come quando il ragazzotto di colore collega della Blunt resta seduto sul divano a guardare le mele mentre un pezzo di figa come la Blunt gli si palesa in reggiseno. Be’ caro ragazzetto di colore collega della Blunt se un pezzo di figa come la Blunt ti si palesa in reggiseno non devi chiederle se le manca il suo ex. E se ti dice “voglio un fucking drink…”. Be mettiglielo in mano… il drink.
Sicario è anche il film in cui Roger Deakins combatte con il suo personale orso delle 12 candidature senza vincere l’Oscar. Se non glielo danno per le incredibile riprese di questo film (la tredicesima candidatura per mister chioma bianca) mando a tutti i giurati dell’Academy Benicio Del Toro a casa.
La battuta
Sarebbe meglio se tu ti trasferissi in una piccola città, dove lo stato di diritto esiste ancora. Tu non sei un lupo. E questa è terra dei lupi ora.
 forrst gump**** La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti può capitare
Annunci

2 thoughts on “Sicario Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: