Vai al contenuto

H. R. Giger – L’uomo che creò il costume di Alien e come fu ispirato da Salvador Dalì

H. R. Giger Alien

L’arte di Giger ha costantemente lottato con il paradosso de La Bella e La Bestia. Timothy Leary, 1979

A Chur, in Svizzera, ebbe una giovinezza problematica. Hans  Ruedi Giger fu sempre un tipo particolare, ben prima di dare forma agli incubi di intere generazioni con Alien. Sì, certo, quando era bambino giocava con i trenini, ma i suoi erano trenini fantasma. 

Giger soffriva di pavor nocturnus, un raro tipo di parasonnia, che provoca una paura incontrollabile nelle prime ore della fase REM.  Iniziò a tenere un diario in cui raccontava gli incubi notturni, come terapia. Poi scoprì che si sentiva meglio se li disegnava. Studiò design industriale alla School of Commercial Art di Zurigo. 

Una notte del 1970 ebbe un incubo. Era rimasto chiuso in un bagno, a Zurigo. Le mura e il water prendono vita, pareti e tubi sembrano pelle e cicatrici mentre creature sconosciute iniziano a sorridergli malignamente dalle fessure nei muri. Quando tenta di fuggire, Giger si risveglia. In quel preciso istante nacquero i biomeccanoidi, l’unione tra uomo e macchina, che sancisce l’amara presa di coscienza, in un secolo segnato da immani tragedie, dall’incredibile e veloce progresso tecnologico che sempre di più punta alla commistione con il biologico. Più avanza la conoscenza, più sanguinosi diventano i conflitti dell’umanità. Solo da questa presa di coscienza poteva nascere un essere che distrugge ogni forma di vita, un parassita senza rimorsi, senza pietà, puro desiderio di morte.

Giger era un appassionato lettore di Poe e Lovecraft a cui Necronomicon si ispira. E poi Max Ernst, Ernst Fuchs e Francis Bacon. Ovviamente Salvador Dalì. Dallo spagnolo, sembra abbia tratto ispirazione per quello che sarebbe diventato lo xenomorfo: Nefertiti opera datata 1972. Grazie all’amico Robert Venosa, i due si incontrarono nel 1975 a Cadaques, il borgo di pescatori che Dalì tanto amava. Lì sopraggiunse Jodorowsky, venuto per chiedere allo spagnolo di interpretare l’Imperatore dell’Universo in Dune. Dalì gli fece vedere le opere di Giger. Fu preso anche lui. Si ritrovarono durante la pre-produzione. Per Jodorowsky progettò il pianeta di Harkonnen: «Un luogo governato dal male dove magia nera, violenza, intemperanza e perversione erano all’ordine del giorno». 

Annunci

One thought on “H. R. Giger – L’uomo che creò il costume di Alien e come fu ispirato da Salvador Dalì Lascia un commento

  1. Grandissimo Giger!

    Bel post, non sapevo dell’idea di Alien presa da un disegno di Dali!

    E se ti capita di passare da Gruyeres c’è lo splendido museo di Giger, pieno di opere d’arte esagerate!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: