Skip to content
Annunci

Tutte le battute e le frasi più belle e divertenti di The Young Pope

the young pope sigla jude law sorrentini

The Young Pope, serie trasmessa da Sky Atlantic e Sky Cinema, scritta e diretta da Paolo Sorrentino, con Jude Law, Silvio Orlando, Diane Keaton. ecco tutte le frasi e le battute che più ho amato.

Episodio 1 

Io servo Dio. Io servo voi.

Accontentarsi equivale a morire in vita.

Il passato è un luogo molto vasto, ci si può trovare di tutto dentro. Il presente no, invece. È una piccola feritoia per solo un paio di occhi.

Non finirà mai la mia avversione per i turisti. Perché loro sono solamente di passaggio.

L’uomo è come Dio: non cambia mai.

Bisogna essere più vicini a Dio che agli uomini.

Episodio 3

La saggezza mi ha sempre insospettito.

I giovani sono sempre più estremi dei vecchi.

L’assenza è presenza.

Tutti devono imparare che sono necessari la sofferenza e il sacrificio per trovare Dio.

Episodio 4

Da giovane, quando il Napoli, la squadra del mio cuore fin da bambino, versava in una crisi profonda, mi ritrovai ad avere una piccolissima simpatia per l’Avellino.

Non sono profondo. Sono solo presuntuoso.

Non devi inseguire i morti, Sophie, altrimenti i morti seguiranno te.

Questo non è il bagno degli uomini e nemmeno delle donne. Questo è il bagno del Papa.

Lo so, sono molto bello ma ora è meglio non pensarci.

-Questo è un pesce buonissimo se provate a farlo a l’acqua pazza, come la pezzogna.
-Pezzogna?
-La spigola.

Io credo che gli esperti si sbaglino; sotto tutto quel ghiaccio può esserci Dio.

Una preghiera non deve essere un elenco di richieste. Deve essere un’occasione di comprensione. Mentre preghiamo riflettiamo nel modo più elevato possibile perché qualcuno possa soffiare pensieri al nostro orecchio. Quel qualcuno lo chiamiamo Dio.

È tempo di smetterla di piangere lacrime ai funerali.

Con questo abuso del perdono siamo diventati una barzelletta Eminenza, affidabili al pari di qualsiasi paesello da terzo mondo.

Episodio 5

Io amo Dio perché è troppo doloroso amare gli uomini. Amo un Dio che non mi lascia mai o che mi lascia sempre. Dio o l’assenza di Dio. Ma sempre rassicurante e definitiva. Sono un prete, ho rinunciato a qualsiasi uomo, a qualsiasi donna perchè io non voglio soffrire, perchè io sono incapace di sopportare lo struggimento dell’amore, perchè sono infelice come tutti i preti.

Io voglio parlare solo di cose che sono in grado di capire.

A me interessano soltanto i vivi.

Io sono il papa giovane e non do nessuna importanza al consenso.

 

Da questo giorno in poi quello che era sempre aperto, sarà chiuso.

Fratelli cardinali noi dobbiamo tornare a essere proibiti, inaccessibili e misteriosi.

Non ho più voglia di vedere fedeli a mezzo servizio, io voglio solo storie d’amore, io voglio dei fanatici di Dio perché il fanatismo è amore. Tutto il resto è soltanto un surrogato e deve restare fuori dalla Chiesa.

Io dico è meglio contare su pochi che sono affidabili piuttosto che su molti che sono distratti e magari indifferenti. Le pubbliche piazze sono state riempite forse, ma i cuori sono stati svuotati di Dio. Non si misura con i numeri l’amore, si può misurare soltanto con l’intensità il che vuol dire fedeltà assoluta all’imperativo. Fissate questa parola in fondo alle vostre anime: imperativo. Da questo giorno in poi è questo che il Papa vuole, che la Chiesa vuole, è questo che Dio vuole. da questo momento la liturgia non sarà più un appuntamento mondano ma sarà duro lavoro e il peccato non sarà più perdonato ad libitum.

Episodio 7

Oramai è più difficile diventare preti che diventare astronauta.

Concorda che sia un crimine che la cultura dei cocktail stia sparendo sua Eminenza?

Episodio 8

Alcuni cardinali mi hanno detto che intrattiene un rapporto intimo con l’alitosi.

Gli uomini intelligenti non si sentono mai a loro agio in vacanza.

Scrittori e religiosi si assomigliano. Non possono permettersi di risolvere il mistero altrimenti diventerebbero irrilevanti.

Sarò Papa fino al giorno della mia morte perché sono troppo curioso di sapere come va a finire.

Datemi la pace e io vi darò Dio.

Episodio 9

Ne ho abbastanza delle distinzioni

Lenny tu pensi di essere il cardine e invece sei la porta.

-Santo padre, qui tutti quanti dicono che lei è un santo.
-Calunnie

Episodio 10

Passare del tempo col patriarca di Mosca è più noioso che guardare il golf in televisione.

Le giuste motivazioni muovono il mondo.

Alla fine, più che nel Signore, è necessario avere fiducia in se stessi, Lenny.

Se tu sapessi quante volte una banalità sa rivelarsi vera. D’altra parte noi siamo il potere e il potere è un banale luogo comune.

Quelli che credono in Dio non credono in niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: