Skip to content
Annunci

Cosa farà Jon Snow ora? Considerazioni dopo Oathbreaker, Il Trono di Spade 603

 

Jon-Snow-Kit-Harrington-Oathbreaker-Game-of-Thrones

Dal momento in cui Jon Snow si è risvegliato completamente nudo all’apertura deI 53mo episodio de Il Trono di Spade, Oathbreaker, una serie di domande hanno iniziato ad affollarsi nella mente dei fan della serie. Al termine dell’episodio, dopo aver giustiziato i congiurati, Jon Snow (Kit Harington) si spoglia del mantello del Lord Comandante dei Guardiani della Notte e lascia il Castello Nero nelle mani di Edd L’Addolorato.

Sono stati giorni difficili per Jon. Ha detto addio al suo amico Sam, spedito a Vecchia Città per diventare un Maestro, ha aperto le porte della Barriera ai Bruti per offrire loro rifugio dall’avanzata dei White Walkers, ha cercato di scaricare la sesta stagione di The Walking Dead ma ha trovato il wi-fi bloccato da Olly che pubblicava su Facebook le foto di Ygritte trafitta dalla sua freccia, è stato tradito dai suoi confratelli, è morto ed è tornato dalla morte, ma Wind non gli ha restituito il credito residuo della sim ricaricabile. Da defunto, non ha trovato nulla di quanto gli avevano promesso religioni, maestri e dei. Gli potranno girare un po’ le palle? Cosa farà ora Jon Snow? Dove è diretto?

Melisandre

La sacerdotessa rossa si era offerta a Jon in cambio dell’alleanza con Stannis. Chissà se Jon sta ripensando ai quei seni perfetti. Dopo aver scoperto che non c’è nessun aldilà dopo la morte, chissà che delusione potrebbe essere scoprire che Melisandre (Carice Van Houten) sotto il trucco ha almeno 700 anni e li dimostra tutti. Di sicuro, visto il potere dimostrato, meglio tenere il più vicino possibile la sacerdotessa rossa anche con quel corpo in fase avanzata di decomposizione, come faceva Dondarion con Thoros di Myr, quest’ultimo interpretato da Paul Kaye di nuovo accreditato tra i membri del cast di GOT in questa sesta stagione. Assisteremo a un confronto tra “resuscitatori”? Da ciò che lei dice a Jon subito dopo il suo “risveglio”, Melisandre potrebbe iniziare a credere che lui sia l’uomo destinato a difendere la luce dagli Estranei, Azor Ahai, anche lui un “ritornato” che le leggende dei Sette Regni narrano che guidò gli eserciti del Signore della Luce nella battaglia contro l’Oscurità e la Lunga Notte.

White Walkers o Ramsay
I due nemici più “vicini” a Jon sono i White Walkers e Ramsay Bolton.
Jon è stato testimone diretto della potenza degli Estranei guidati dal Night’s King. Dopo che ad Aspra Dimora ha subito perdite pesanti, Snow ha visto i morti rialzarsi di fronte a lui. Sicuramente lo considera un pericolo mortale per l’intera Westeros e la Barriera non può contenere quell’orda per sempre.

Per inciso, i White Walkers comandano un esercito di  “resuscitati”, anche se senza volontà, arbitrio o pietà, pure e semplici macchine di morte. Il rovescio della medaglia della medesima magia che ha riportato lui indietro anche se, come spiegò Dondarion, dopo ogni resurrezione “torna sempre meno di me”. La battaglia tra il Signore della Luce e il Signore dell’Oscurità di cui ha sempre parlato Melisandre – e che echeggia anche nelle parole rivolte a Bran Stark dal Corvo dai tre occhi – sta per iniziare per davvero e Jon potrebbe giocare un ruolo decisivo.

L’altro pericolo sono i Bolton che hanno occupato Grande Inverno, usurpato il titolo del padre e hanno tradito il fratello Robb. La risposta all’invasione che sta calando dal nord della Barriera può passare dalla riconquista di Grande Inverno. “Molti credono tu sia un Dio”, esclama Tormund quando rivede Jon. Un dio che ha fatto loro oltrepassare la Barriera. Se il revenant vuole giocare un ruolo, deve procurarsi un esercito e i Bruti potrebbero fare al caso suo, condurli prima a Grande Inverno, sconfiggere i Bolton, restituire agli Stark il Nord, riunire le grandi casate sotto un unico vessillo e poi contro i White Walkers.

Un nuovo Jon?

Per capire cosa farà Jon, bisogna comprendere che effetto può avere su di lui essere stato tradito, sebbene cercasse di fare la cosa giusta e abbia scoperto che non c’è nessun dio che distribuirà meriti e colpe nell’aldilà, perché non c’è nessun aldilà. Jon potrebbe finalmente decidere di succhiare tutto il midollo della vita… Fare come Cassano od Osvaldo e dedicarsi a un’esistenza da amatore del genere femminile e imitatore non autorizzato di Johnny Depp e gettare nel water il suo talento con la spada. “Ho fallito” dice a Ser Davos che risponde “Bene. Fallisci di nuovo”. Lui si era sempre sentito la pecora nera, un diverso in Casa Stark (diversità evidenziata dal suo metalupo, il bianco Spettro); era entrato nei Guardiani della Notte quasi per espiare i suoi Natali ignoti, per liberarsi di una famiglia che non poteva accettarlo fino in fondo per entrare in una in cui il diritto di nascita fosse sostituire da una fratellanza nell’obiettivo di “proteggere i domini degli uomini”. Cosa pensa ora Jon dopo essere stato tradito e la sua famiglia spezzata e persa nei quattro angoli del mondo?

Questione Bonnie

Bisogna considerare la questione Bonnie. Ovvero: chi è la madre di Jon Snow? Pochi sembrano davvero credere che sia figlio di Ned Stark. Di Rhaegar e Lyanna? Dopo il flashback alla Torre della Gioia le quotazioni salgono. Perché secondo Ser Arthur Dayne una nuova guerra inizierà nel momento in cui Ned scoprirà cosa c’è nella torre? Forse sua sorella Lyanna ha dato alla luce un bambino mezzo Targaryen e mezzo Stark, un erede del trono di spade che può far vacillare l’alleanza che ha incoronato Robert Baratheon? Ned ha mantenuto il segreto per 18 anni. Oggi l’unico che può conoscere la verità è Howland Reed, testimone in vita di quegli eventi, e Bran che può apprenderla durante le sue visioni. Jon cercherà di scoprire le sue origini per compiere il suo destino? Siamo destinati a vedere Jon Snow trasformare Il Trono di Spade in una sorta di serie sulle peripezie dell’Ape Magà alla ricerca della sua mamma?

Tutto ciò ha un valore molto importante anche nella missione di Jon contro gli Estranei. Abbiamo visto come l’ossidiana, il vetro di drago, abbia il potere di distruggere gli Estranei. Se Jon avesse del sangue Targaryen, sua zia Daenerys avrebbe un paio di draghi che le avanzano, draghi che Jon potrebbe comandare e cavalcare contro le armate dei White Walkers per diritto di sangue.

Certo, posso immaginarmi quel dialogo. “Ciao zia mi chiamo Jon Snow, sono cresciuto con uno dei Lord che hanno spodestato tuo padre e ucciso tuo fratello maggiore, ma sono tuo nipote per parte di papà Rhaegar, ero morto ma sono risorto, ho impiegato poche ore tra l’altro, non per fare cattiva pubblicità ai miei concorrenti, però è la realtà. So che hai dei draghi che ti avanzano. Potresti prestarmeli per combattere un’orda di zombie guidati da 12 cavalieri di ghiaccio che sta per invadere Westeros?”. A quel punto l’unico che potrebbe testimoniare la sincerità e la bontà di Jon sarebbe il caro vecchio Tyrion che aveva ascoltato le storie degli Estranei dalla viva voce dell’allora Lord comandante dei guardiani della notte Mormont padre di Jorah.

Sansa

La notazione più divertente riguarda Sansa, la povera, derelitta e sfigata Sansa (Sophie Turner) che è diretta proprio al Castello Nero per cercare la protezione del fratellastro. E come capita nella triste storia degli Stark, mancherà di un soffio l’appuntamento come Arya che non si è ricongiunta, fortuna sua, con la madre e il fratello maggiore prima delle Nozze Rosse, o quando è arrivata troppo tardi al Nido dell’Aquila, subito dopo l’assassinio della zia Lysa. Cosa accadrà a Sansa? Cosa diranno a lei e Brienne i testimoni della resurrezione? “Ha vissuto. È morto. È risorto. È andato a giocare a strip poker con Melisandre”. Nei trailer che hanno anticipato l’arrivo della sesta stagione, si intravedono scene di battaglia con Jon insieme a Sansa. Ciò vuol dire che quasi sicuramente riusciranno a beccarsi all’apericena sotto l’Albergo Diga sulla strada per Grande Inverno.

Alla fine, la verità è una sola. “Tu no sai niente Jon Snow”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: