Vai al contenuto
Annunci

Prime visioni/Duri si diventa/Will Ferrell al suo meglio

duri si diventaQuando Will Ferrell è in forma e ispirato non ce ne è per nessuno. È il caso di Duri si diventa commedia a cui, onestamente, non davo due lire e invece sono uscito dalla proiezione piegato in due dalle risate.  James King è un manager di fondi di investimento sulla breccia del successo: fidanzata bellissima, il futuro suocero lo fa diventare socio, è l’humus perfetto per il dramma: King è arrestato e in poche settimane condannato a 10 anni di galera a San Quintino. Preoccupato da quello che potrà accadergli in carcere, chiede al proprietario del garage dove porta la macchina a lavare di insegnargli le tecniche per sopravvivere in prigione. Darnell non è mai stato in galera, ma ha bisogno di soldi per comprare una nuova casa e così organizza per James King un autentico boot camp per diventare un vero duro.
La trama è stupida, ma la vera forza è nei vari stili di comicità adottati: Will Ferrell sfrutta il fisico (lui così imponente, 191 centimetri, fa sembrare ancora più piccolo Kevin Hart, 163 centimetri, non esita a mostrare il suo corpo, a lavorare con esso, come quando si cimenta in un pompino in un bagno pubblico perché secondo il suo “Miyagi” la sua unica possibilità di salvare la pelle in prigione è di “imparare a succhiare”), ma c’è anche tanto slapstick e la satira di attualità (come quando il futuro suocero racconta quasi in lacrime i suoi umili inizi “Ero solo io, un garage, un computer e un prestito di otto milioni di dollari di mio padre”) o su temi come la fratellanza ariana. Scene che ti restano in testa come la simulazione di una rivolta carceraria o la ricostruzione della prima ora d’aria di James/Will Ferrell in cui Hart interpreta il capo della gang ispanica, di quella afroamericana e anche il predatore sessuale. Così, Duri si diventa è un’ora e quaranta di quasi totali risate, poco impegno, mentre Will Ferrell che canta I Love It delle Icona Pop vi entrerà in testa e ripensandoci ne giorni a seguire, vi farà ridere da soli. Poi, ricordare Alison Brie in lingerie vi regalerà sogni bagnati.

forrst gump**** La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti può capitare

Annunci

2 pensieri riguardo “Prime visioni/Duri si diventa/Will Ferrell al suo meglio Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: