Vai al contenuto

Le migliori frasi e citazioni di Leon, il film di Luc Besson

leon film

Léon è un film scritto e diretto da Luc Besson, prodotto in Francia nel 1994, con Jean Reno e Natalie Portman.

Ecco le migliori frasi e citazioni di Leon.

Tony: Allora, come stai, Léon?
Léon: Bene.
Tony: Ok, ok…parliamo d’affari. [mostra una foto] Questo ciccione bastardo sta cercando di fregare il business a Maurizio, ora…tu sai bene che Maurizio è un uomo ragionevole, vuole solo…fare quattro chiacchiere con lui, ma quello non ne vuole sapere di parlare. Forse a te darà ascolto, viene in città ogni martedì. Sei libero martedì?
Léon: Sì, sono libero martedì…

(Prima di fare irruzione nell’appartamento) Adoro questi brevi momenti di quiete prima della tempesta. Mi riportano sempre a Beethoven. Riesci a sentirlo ?! È come… quando poggi l’orecchio sull’erba. Riesci a sentirla crescere, riesci a sentire l’interno che passsssa! Ti piace Beethoven?! Adesso te lo faccio sentire… (Stansfield)

[Dopo aver ucciso la moglie e la seconda figlia] Avevamo detto mezzogiorno… Per il mio orologio, è già passato un minuto… A te non piace affatto Beethoven. Non sai che ti perdi. Overture come queste mi stimolano la circolazione del sangue. Così dirompenti. Ma dopo, se devo essere sincero, tende a diventare un po’ schifosamente noioso. Per questo mi sono fermato! Eheheheh! […] Tu sei un fan di Mozart. Anche a me piace molto. Adoooro Mozart! Era austriaco, sai? Ma per questo genere di lavoro… è un tantino troppo leggero. Così tendo a preferire musicisti più violenti… Prova con Brahms, anche lui è bravo. (Stansfield al padre di Mathilda)

Il fucile è la prima arma che si impara ad usare perché ti permette di mantenere una certa distanza dal cliente. Più ti avvicini a diventare professionista, più riesci ad avvicinarti al cliente. Il coltello per esempio, è l’ultima cosa che si impara. (Léon)

Io voglio amore… o morte. E basta. (Mathilda)

Mai in faccia. Se non riescono a riconoscere i clienti non ti pagano. (Léon)

Niente donne. Niente bambini. Questa è la regola. (Léon)

Ehi! Ehi! Ehi! Ma che cazzo succede? Ho detto di far fuori un uomo, non l’intero palazzo! (Stansfield)

Mathilda: La vita è così dura… solo quando si è bambini?
Léon: È sempre così.

Mathilda: Ami la tua pianta, non è vero?
Léon: È la mia migliore amica. Sempre felice, niente domande ed è come me, vedi? Senza radici.
Mathilda: Se l’ami davvero, dovresti piantarla in mezzo ad un prato in modo che le metta le radici.
Léon: Già.
Mathilda: È me che devi innaffiare se vuoi che cresca.

È sempre la stessa storia: è solo quando cominci a temere davvero la morte che impari ad apprezzare la vita. A te piace la vita, tesoruccio? (Stanfield)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: