Vai al contenuto
Annunci

Serial&Co(cci)/True detective 2/Other Lives Recap

true detective logo

Questo è il recap del quinto episodio della seconda stagione di True Detective, trasmesso da Sky Atlantic il 20 luglio. Ogni spoiler è a vostro rischio e pericolo.

Che cos’è?
La serie che corruttori, assassini, drogati, puttanieri, puttane, froci, pervertiti c’hanno tutti ‘na cosa profonda da dì e da pensà manco fossero Kant de noantri che scrive la Critica alla ragion stronza. 

Flash forward
Si ricomincia 66 giorni dopo la sparatoria che ha chiuso il quarto episodio. Una sorta di True Detective Reloaded, un modo carino di Pizzolatto pe’ dì “Vabbè, nun c’ho capito un cazzo, scurdammoce ‘o passato simmo ‘e California paisà”. Frank (Vince Vaughn) è tornato a fare il gangster, gestisce bische, puttane, droga, ma ha cambiato casa perché il mutuo era troppo pesante. Manco i gangster vanno d’accordo colle banche… Chissà se ha provato a togliere la giacchetta e far saltare tutti i denti al tizio che gli negava il mutuo: “puoi tenere il fermacravatta, non mi importa”. Fa pace con sua moglie che gli dice una cosa tanto dolce su quando lui era bambino e allo stesso tempo lo informa che siccome all’età di 20 anni era una puttana, si è sottoposta e tre aborti e ora è sterile come un mulo.
Bezzerides (Rachel McAdams) ha ripreso a fumare duro, probabilmente la sigaretta elettronica l’ha infilata su per il culo del suo capo visto che si ritrova ad archiviare prove; frequenta un gruppo di supporto per molestatori seriali, si diverte a farglielo venire duro raccontando storie di come gli piaccia torturate il pisello della gente che si tromba. Lei vuole condividere tutto con il suo gruppo e loro sono felici di essere informati.
Velcoro (Colin Farrell) sta ‘na favola: ha lasciato di polizia, abbonda col gel, s’è tagliato i baffoni rivelando una cicatrice, è dimagrito, non beve. Ha una cotta per Bezzerides: lei lo chiama per parlare del caso Caspere e lui le dice “eri nei miei pensieri”, ragazzi è una cazzo di dichiarazione d’ammore, una cosa tipo “ti strapperei le mutande, ma con dolcezza e non dimenticando l’insondabile mistero dell’esistenza” insomma, Pizzolatto style.
Woodrugh (Taylor Kitsch) deve risolvere la questione del pompino chiesto all’attricetta, sta per sposarsi e per sopportare le cene con la (futura) suocera beve té allungato con la vodka. Quando la vecchia messicana spiega che andrà a vivere con loro per aiutare la figlia con la bambina/o che arriverà, Paul dà lunghe sorsate al suo drink. Non è che con sua madre vada meglio: la vecchia ninfomane gli ha rubato i risparmi accumulati massacrando bambini in Iraq.
Bezzerides però ha trovato qualcosa che non va nella storia di Caspere: la vicenda è stata chiusa in fretta e furia dopo la sparatoria. Sono saltate fuori le foto dei diamanti di Caspere e seguendoli vengono a galla cose interessanti. Così il procuratore distrettuale assolda Ani, Paul e Ray (a quest’ultimo promettendo un aiuto per avere la custodia del figlio) per continuare a indagare sul caso alla base della serie. La vicenda Velcoro è interessante: pulito e sobrio lavora per Frank, ma qualcosa rompe il suo momento zen ovvero beccano lo stupratore della moglie. Lui pensava di averlo ucciso, perché era stato Frank a dirgli il nome del violentatore di quella gnocco di Abigail Spencer. Quando glielo dicono, Velcoro ha la faccia di quando ha fatto cadere il vaso che la zia preferita della mamma, morta anni prima: lo guarda precipitare irrimediabilmente verso la distruzione, gli dice mentalmente “non cadere” ma sa che finirà in mille pezzi e pensa “Ho fatto la cazzata”. Insomma, Velcoro pensava di averlo ucciso e capisce. Capisce perché la moglie lo ha guardato così storto all’udienza per l’affidamento del figlio e comprende che Frank glielo ha messo al culo prima a lui che alla moglie.

Come è stato? Looking for Rust Cohle
Puntata media. Il reloaded ha funzionato. A livello di scrittura belle frasi. Elenchiamole:

Velcoro: Attieniti alle tue conoscenze

Bezzerides: A me piacciono davvero i cazzi grossi. Già. Ma non solo la lunghezza, sono tutti fissati con quella, ma va bene. Insomma, anche la circonferenza. Mi piace davvero penare per ammanettarlo. 

Chessani: È solo un pisolino. Lo faceva anche Michelangelo. 

Chessani: Se te la fai con i pezzi di merda, finisce nella merda.

Frank: È come quando senti le palle che arrivano al cuore.

Velcoro: Ho una nuova linea di pensiero. Siccome la mia influenza nel mondo è minima, cerco di limitare le persone che posso infastidire e conosco la differenza tra il mio dovere e quello degli altri.

Ma il premio Rust Cohle va a…
Ray Velcoro e il suo registratore: La lealtà è importante e di solito dolorosa. Un giorno potresti avere un motivo per chiederti se c’è un limite al dolore che provi e scoprirai che non c’è alcun limite. Il dolore è inesauribile. Sono solo le persone che si esauriscono. 

true detective meme 1

Premio per il gangster mammoletta
Frank Semyon e gli interminabili dialoghi psicoanalitici con la moglie “Mi ami? Quanto mi ami? Ma se io sono io e tu sei tu, quante uova stan quassù?”.

Qua e là
Ani cerca di farsi aiutare dalla sorella per indagare nelle feste esclusive con le prostitute che frequentava Caspere. Già vedo nuovi sensi di colpa nella vita dell’agente Bezzerides…

I due messicani che fanno visita a Frank mi hanno ricordato una versione californiana dei cugini di Tuco di Breaking Bad.

Annunci

3 pensieri riguardo “Serial&Co(cci)/True detective 2/Other Lives Recap Lascia un commento

  1. Skusa ma debbi esserti addormentato (nun te do torto) al minuto 44: il bello succede dopo, con Velcoro che in puro ellroy-style conduce un interrogatorio a mazzate, il motofrocio e Kazzerides scoprono il luogo di tortura del Morto, Frank Sterylon vive una scena dove si spiega come funzionano le cose nell’edilizia pubblica (ricatti a nastro coi filmini “esotici”) e infine Ray sbaffato che corre al nido d’amore dello sbottonatore di giacche/filosofo del gatz per “parlare”, ovvero rompergli il coolio a calci. In quindici minuti accadono più fatti (finalmente!) che nei 4 episodi precedenti.
    Il che la dice lunga sul down di ‘sta serie.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: