Vai al contenuto
Annunci

Visioni successive/Capitan Harlock-Capitan Futuro o Capitan Futurissimo ovvero il futuro è già passato

capitan harlockNel futuro – o nel passato non si è capito molto bene – la razza umana ha colonizzato l’universo ma ha prosciugato le risorse dei pianeti dove si è stabilita – un po’ come gli alieni cattivi di Independence Day.  Vicina alla fine, l’umanità vuole ritornare alla Terra, come gli elefanti che vanno a schiattare vicino al cespuglio dove hanno cacato la prima volta o si sono fatti la prima pugnetta alla proboscide, ma ci siamo riprodotti troppo velocemente e i 500 miliardi di esseri umani iniziano una guerra per stabilire chi potrà abitare la Terra – la cosiddetta Guerra del Comehome. Alla guerra pone fine la Gaia Sanction in cui è stabilito che la Terra sia luogo sacro e inviolabile. A ciò si oppone Capitan Harlock, pirata a capo di una nave spaziale che si muove grazie ai una tecnologia aliena e apparentemente immortale. Lo scopo di Harlock è consentire al genere umano di tornare ad abitare la Terra: il suo piano è sciogliere i nodi temporali dell’universo, creando una sorta di buco temporale che consenta di tornare al passato. Più o meno. Non commettere più gli stessi errori. Tipo: ricordate quando non avete studiato Montezuma e Cortes perché c’era l’ultima puntata di Capitan Harlock e il professore di storia vi ha rimandato e non siete potuti andare a fare il campeggio in Puglia con quella ragazzetta tanto simpatica e ora vi ritrovate incastrati con la tipa che avete incontrato quando andavate a fare le ripetizioni? Ecco, pensate di poter tornare a quel pomeriggio. E non state a fa i pignoli. Però, la realtà è ben diversa.

Questo Harlock è una delle tante versioni dell’anime giapponese, distante da quello che la mia generazione ha imparato ad amare grazie al cartone animato trasmesso in tv. Al di là della discrepanza storica-spazio-temporale il film si segnala per due cose: l’eccezionale livello visivo, il pessimo adattamento dei dialoghi. Se le scene di battaglia – e quasi tutto l’impianto visivo – lasciano a bocca aperta, con un 3D meraviglioso, profondo e funzionale che ti catapulta nello spazio, i dialoghi sono patetici: frasi senza senso – e non mi riferiscono alle elucubrazioni scientifiche ma proprio ai dialoghi e ai monologhi dei personaggi che ne dovrebbero rivelare le motivazioni e le spinte emotive e logiche: tradotti svogliatamente (forse i traduttori erano semplicemente incapaci di comprendere la complessità della lingua e della cultura e della filosofia giapponese) e a volte sgrammaticati anche in italiano. La cosa che fa più ridere che alcune cose sono state tradotte ma altre sono state lasciate (?) in inglese. La sciatteria e l’enigmatica filosofia giapponese hanno tramato contro Harlock e la resa finale fa gridare al peccato. Un peccato futuro o un peccato passato? Pensate alla ragazzetta pugliese, a De Rossi che aspetta la sua chance per essere capitano della Roma e pure a Florenzi. Il futuro è adesso, nascosto dentro una pessima traduzione. Ma cazzo in 3D. Sti cazzi delle parole.

woody*** È stata la cosa più divertente che ho fatto senza ridere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: