Vai al contenuto
Annunci

Le idi di marzo – Evan Rachel Wood vs Ryan Gosling

Un’idea de Le idi di marzo te la fai subito. In ciò, è un film onesto. Se avete in mente un cliché sul triangolo politico-stagista-giovane idealista, be’ Le idi di marzo lo rispetta in pieno.

Non sorprende nemmeno il cast, qualità assoluta messa a disposizione di una sceneggiatura superba, scritta da Dio e che rivela molto di un sistema come quello delle primarie e delle elezioni presidenziali americane. Paul Giamatti e Philip Seumour Hoffmann, in quella posizione di campo, da mezzali che devono portare qualità e quantità, sono un lusso che pochi possono permettersi. Come un Totti all’ala o un De Rossi interno. Con un centrocampo così il risultato lo porti a casa. C’è Clooney che sta più dietro la cinepresa che sullo schermo, ma che quando entra in campo fa male, come un Altafini d’annata o un Del Piero ultima maniera.

Ma il sistema politico a stelle e strisce è pieno di colpi bassi, un mondo in cui il nemico del mio nemico è mio amico. E la cronaca di tutti i giorni già ci coglie abbastanza smaliziati. Non sorprende più di tanto.
E fin qui il film lo avete capito. Per spirito bypartisan, Clooney getta la palla nel suo campo: lui liberal convinto, tanto da confessare di non aver appoggiato apertamente la campagna elettorale del padre per non causargli problemi proprio per le sue posizioni “sinistrorse”, interpreta un governatore democratico che tenta la scalata delle presidenziali. In piena epoca Obama, inoltre.

Ma il vero punto de Le idi di marzo è: nella realtà, Ryan Gosling se la è trombata Evan Rachel Wood? Direi che in un film in cui un politico decisamente meglio di Clinton si tromba una decisamente meglio della Legwinsky restituisce in pieno l’ordine naturale delle cose. Ma a me la curiosità resta. Ryan, te la sei fatta Evan? La Wood è il centro del desiderio e la bellissima scena in cui Gosling la seduce, restituisce in pieno il fascino dell’attrice, grazie a dei primi piani strettissimi che esaltano i lineamenti.
Passatemi un kleenex.

**½ Non sei andato malissimo ma neanche troppo bene… come il Tottenham

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: