Vai al contenuto

Visioni successive – Povero l’uomo che deve mettere un dito nel culo di Robert Pattinson

C’è qualcosa di artisticamente perverso, una nemesi vorrei dire, nel vedere Robert Pattinson indossare la canotta, sottoposto a un esame rettale, preso a torte in faccia, che piscia in piedi dentro un’automobile, costretto a scopare un donnone con una pessima plastica al seno in cui si vede il bozzo della protesi al silicone sotto il capezzolo, sottoposto a un pessimo e approssimativo taglio di capelli, imbottigliato nel traffico di una New York completamente bloccata da una visita presidenziale e in balia degli anarchici che pisciano sulla sua limousine bianca. Una nemesi dicevo perchè a tutto ciò lo sottopone David Cronenberg nella trasposizione di un meraviglioso libro di Don DeLillo. Nella mia mente voglio figurarmela come una punizione per Twilight e il vampiro Edward Cullen. Non so perchè il regista canadese passi per essere uno dei più apprezzati del nostro tempo: io non me lo ricordo l’ultimo film belo di Cronenberg. Ricordo la flagellazione autoinfertami andando a vedere Spider; purtroppo ricordo A dangerous method; A history of violence era suo? Be’ quello era bello.

Cosmopolis è il racconto della giornata di un giovane miliardario che ha fatto una fortuna con la speculazione finanziaria sui mercati globali, una normale giornata in cui Eric Packer, questo il nome del miliardario in dollari o in euro o in sterline, decide di spostarsi da una parte all’altra della città per andare a tagliarsi i capelli (già il fatto che un miliardario in dollari o in euro o in sterline possa permettersi di perdere una giornata andando dal barbiere la dice su lunga su perchè l’Occidente stia morendo e la sua economia agonizzando). E infatti, mentre si sposta, lo yuan, la moneta cinese, contro ogni legge e modello conosciuto continua ad apprezzarsi sui mercati finanziari. Il nostro eroe è sicuro che lo yuan, prima o poi, dovrà perdere valore e continua a contrarre prestiti miliardari (in yuan) convinto di aver ragione. Mentre dissipa la sua fortuna, tutto il sistema economico mondiale sembra andare in pezzi, abbattuto dalla sua stessa crisi e dall’incapacità di sostenere le aspettative di un futuro in cui tutto deve essere più bello, più alto, più ricco.

Cosmopolis è tutto questo anche se la trasposizione cinematografica di Cronenberg lascia molto meno spazio al contesto rispetto a DeLillo, trasformando il giorno in cui l’economia mondiale crolla nel giorno in cui a un miliardario in dollari o in euro o in sterline va in pappa il cervello. Il suo diventa un viaggio soprattutto interiore, un confronto con un se stesso in preda al delirio di onnipotenza.

Ma la domanda è: funziona come film? Alla fine penso proprio di no soprattutto dopo il settantesimo sospiro di Francesca che ho trascinato al cinema perchè innamorato del libro: Cronenberg se la cava alla grande nello sfruttare lo spazio della limousine in cui creare un mondo e lasciare che il mondo interno ed esterno si disgreghi dietro i suoi vetri oscurati ma la trasposizione di un libro tanto cerebrale quanto accusatorio contro un sistema e visionario nel suo prevedere la crisi attuale (è del 2003) si trasforma in una serie di monologhi masturbatori sul nulla, tanta aria fritta con qua e là qualche perla di preveggenza sul nostro tempo. Se il mondo finirà non sarà per merito dei Maya ma perchè Cronenberg ha permesso che uno che assomiglia tremendamente a Giovanardi abbia messo un dito nel culo del vampiro di Twilight.

Coccitazione
-Quando mi porti al lago?
-Vaffanculo al lago

** Ragazzi, state commettendo un grosso sbaglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: