Skip to content
Annunci

Visioni successive – Sui Banks di scuola

next three daysThe Next three days è un film insulso. Insulso nel senso più nobile del termine: The Next three days non serve a nulla. Russell Crowe è un insegnante di lettere, in sovrappeso (capita molto spesso all’attore australiano e non è un caso) che rimane completamente devoto alla moglie accusata di omicidio e condannata all’ergastolo. Così devoto che decide di farla evadere. Da fan di Cervantes e diffidente utilizzatore di brugole diventa un Steve McQueen o Clint Eastwood d’annata, un tipo tranquillo che si trasforma in un criminale grazie a Youtube, troppi film d’azione visti e qualche consiglio da Liam Neeson con il mal di gola.
The Next three days segue così le regole e i codicilli dell’escape movie, procurando una certa dose di ansia nello spettatore che non può non fare il tifo per Russell e la sua bella che ricordiamolo trattasi di Elizabeth Banks – e voi sapete il tifo smodato che da queste parti si fa per lei, così tanto che la scena iniziale (un acceso battibecco verbale tra lei e una bonaccia compagna del migliore amico di Russell) mi ha procurato un’erezione. Giuro.
Trattandosi di un film di Paul Haggis (Crash, Nella valle di Elah) il protagonista trascorre la maggior parte del tempo in auto. Perchè? Non so perché, chiederò a Paul.
Insomma (spoiler) The Next three days è un film a dir poso inutile, ma non brutto, in cui il regista cerca di mantenere in piedi un universo tutto suo fatto di giustizia, un delicato equilibrio morale buonista, in cui i suoi personaggi non fanno del male, se sparano, sparano alle gambe, se delinquono lo fanno per un nobile motivo superiore, e tutto finisce bene. Io non so se c’era bisogno di questo film. Certo è che alla fine, Elizabeth Banks vestita solo in maglietta e un po’ sudata dall’umidità venezuelana mi turba. Ora vi ho detto pure come va a finire. Vatti a fidare di internet.

woody***
È stata la cosa più divertente che ho fatto senza ridere

Annunci

2 thoughts on “Visioni successive – Sui Banks di scuola Lascia un commento

  1. caro anonimo,
    la differenza è che, essendo cmq intrattenimento (e per questo effettivamente, del tutto inutile anche se ritengo non ci sia niente di più prezioso che la capacità di far r trascorrere un paio d'ore di serenità, divertendo) the next three days non aggiunge niente al genere, è un film dimenticabile anche se non brutto: ti ha reso una persona migliore? ha reso migliore il mondoi intorno a noi? non ha nemmeno dato dei consigli genuini su come fuggire da una prigione di massima sicurezza, visto che sono tutte cose viste e riviste su youtube.
    steutd

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: