Skip to content
Annunci

Serial&Co(cci)/Boardwalk Empire 5/Recap What Jesus Said

vlcsnap-2014-09-30-13h37m42s244Che succede?
1884-Il giovane Enoch si prende una cotta. Scopriamo Mabel, la bambina che diventerà la donna che diventerà la prima signora Nucky Thompson.

1931-Nucky cerca di fare affari con il suo nuovo amico, Joe Kennedy. Il nostro eroe vuole fare buona impressione, prima lo porta a mangiare l’agnello fritto, poi a puttane. Chalky e il suo nuovo amico cercano di rapinare due donne, introducendosi in una casa dove Buck aveva lavorato anni addietro e dove è convinto di trovare dei soldi. Lucky e il suo nuovo boss Don Salvatore entrano in conflitto con il dottor Jeffrey Wright. Margaret è nei guai e torna da Nucky, cosa accadrà ora?

A cinque episodi dalla conclusione definitiva, Terenzio Inverno e i suoi soldati continuano a regalarci personaggi, come se non ci fosse un domani. Mabel, la signora Rothstein, Fern e sua madre, Buck che è con noi da tre puntate, Joe Kennedy e Kitty (inserito qui solo per il testosterone). La giungla di Boardwalk Empire si arricchisce a ogni puntata. Alcuni sono di passaggio, altri muoiono, altri ancora sono strumentali. Tutti hanno un piano, altri conoscono la verità. E siccome siamo vicini alla fine, i ricordi del passato si fanno più intensi, e gli episodi che hanno costituito la formazione del giovane Enoch, al pari degli incontri, riaffiorano alla mente e proprio perché siamo prossimi alla conclusione, tutto si raccoglie e sembra avere un senso. In un episodio ellittico incontriamo il primo “amore” di Nucky, quella Mabel solo evocata nelle precedenti quattro stagioni. E in una sorta di imprimatur, il suo incontro con Enoch è segnato dalla storia parallela dei due amanti dell’albergo del Commodoro che si conclude tragicamente. Enoch impara che bisogna essere disposti a tutto per amore. E la puntata si chiude con Margaret che, forzata dagli eventi, apparsi nelle vesti della vedova Rothstein che le chiede conto dei soldi bruciati in borsa dal marito e dei documenti su cui c’è  suo nome e non quello del suo suicida capo, è costretta infine ad abbandonare la sua modesta vita nella legalità per tornare a chiedere aiuto al marito.

Chalky mette alla prova l’uomo che è diventato dopo 7 anni in carcere e la morte della figlia. Lui non è cambiato e la sua Maybelle lo ha conosciuto e  lo sa. La prudenza del nuovo Chalky non lo porta in rotta di collisione con il collega di fuga Buck, nel loro raid nella casa dove un tempo l’uomo servì durante una festa. Buck lo sa e forse i riflessi di Chalky sono arrugginiti. Cerca di proteggere le due donne che prendono in ostaggio  e in uno stillicidio lungo quasi quanto l’interno episodio, Buck le porta lentamente al punto di rottura, ma il loro è anche quello di Chalky che, quando il compagno di viaggio si fa troppo pericoloso, non esita a ucciderlo. Ora è libero di puntare verso Atlantic City. Verso il suo vecchio amico Nucky.

Il quale, al di là dei ricordi e delle sue donne, se la vede con un osso duro: Joe Kennedy. Il padre del futuro presidente degli Stati Uniti è tutto un altro tipo di criminale: si vanta di non aver mai infranto la legge in vita sua, in pubblico non beve, pretende di conoscere le motivazioni ultime di Nucky per vivere la vita che vive. Joe Kennedy entra nell’ufficio di Nucky e nei suoi affetti, chiede della sua famiglia e di quella del fratello. Nucky mente e Kennedy gli scruta dentro e gli tira fuori tutto. Joe Kennedy conosce Nucky e se Nucky vuole fare affari con lui deve confessargli cosa vuole. Cosa vuole un trafficante di alcolici per fare società con un cattolico di Boston? “I want to leave something behind”. Solo a questo punto Kennedy capisce di avere di fronte un suo simile.

È un episodio di luoghi: l’albergo del Commodoro dove il giovane Enoch diventa presto richiestissimo per i suoi servigi. L’ufficio di Nucky, sopra quell’Onyx Club diventato, sotto la direzione di O’Doyle, quasi un bordello. L’ufficio di Margaret improvvisamente maligno verso la donna, la casa della vedova Rothstein, dove la donna tesse la tela per divorare Margaret. Nella casa rapinata d Buck e Chalky si consuma quasi un atto teatrale, un gioco di posizioni, mentre diverte la telefonata tra Atlantic City e L’Avana con la musica che unisce Sally nel suo bar e Nucky. E ancora: il bordello di Narcisse, dove Lucky compie un passo che ci porterà chissà dove.

Quel momento imbarazzante in cui…
Realizzi che il ragazzino assunto da O’Doyle tornerà indigesto, prima o poi.

La battuta
Fern: C’è il perdono per tutti. Lo ha detto Gesù.
Chalky: Ragazzina, Gesù si sbagliava.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: