Skip to content
Annunci

Serial&Co(cci)/Boardwalk Empire 5 Recap/5×2 The Good Listener

the good listenerScritto da Terenzio Inverno in persona, The Good Listener è diretto da Allen Coulter che lavora a BE dalla prima serie e ha collaborato con Terenzio anche ne I Soprano.

Continua la doppia timeline, inducendomi a pensare che questo viaggio alle origini di Nucky dovrà portare a qualche rivelazione che dovrebbe gettare una luce anche sul Nucky del 1931 e non solo sui perché del suo agire, una sorta di discesa al lato oscuro che può culminare con qualche tipo di efferatezza adolescenziale. La sua infanzia difficile è segnata dalla morte della sorellina Susan e dal sempre crescente peso che nella sua esistenza e formazione ha il Commodoro. Lo scontro con il padre sembra inevitabile, un beone violento che si è messo in tasca i soldi che il Commodoro ha donato per una degna sepoltura alla figlia. I due hanno dei trascorsi per una storia di compravendita di terre non meglio chiarita. “Cerca conforto nel lavoro” lo sprona il boss.

Nel suo presente, Nucky sta cercando di capire chi ha cercato di ucciderlo. Va da Torrio: ormai pensionato (dopo il tentativo di assassinio perpetrato da Capone) l’ex Don ascolta Ruby Vallee nel suo salotto (una costante dell’episodio) e si cala nel ruolo del “consigliori” che ormai può dare solo consigli. Su suo suggerimento Nucky incontra Maranzano di fronte all’immancabile caffé, ma il Padrino che cita Marco Aurelio sembra davvero estraneo ai fatti. Così non è per Lucky, che ha mentito circa la fine dell’amicizia con Lansky: i due hanno un meeting segreto assieme a Tonino, l’ex braccio destro di Gyp Rosetti che ora lavora per Maranzano e fa il doppio gioco con Lucky Luciano che sta pianificando le sue mosse per diventare lui il boss dei boss.

Il braccio sfigato della mafia
Il braccio sfigato della mafia

Finalmente Chicago e Van Alden e Al Capone. Quest’ultimo è completamente fuori controllo, rilascia interviste a Variety su come è essere il Nemico Pubblico (riferimento al celebre film dell’epoca), vive come un reuccio, è violento, spietato, senza principi morali. Ma questo lo sapevamo. Quel che scopriamo è che il nostro amato Van Alden/Michael Shannon va coppia con Eli Thompson/Shea Whinghan. Il duo ha potenzialità enormi, in termini di follia e comicità. La scenetta nell’ascensore dell’albergo, mentre stanno andando da Capone è un pezzo comico unico e apre nuove potenzialità alla serie che al momento sembra aver perso i suoi momenti musicali senza l’Onyx Club. Intanto la signora Van Aalden è sempre mejo (Christiane Seidel, attrice tedesco danese, ottimi geni insomma). A proposito di gnocca, si rivede Gretchen Mol: chiusa nel manicomio criminale, baratta un vestito per carta e penna. A quanto pare sta per mettere nero su bianco le sue memorie “per schiarirsi le idee”. Vai a scoprire se tutto questo altro non è che la follia di una donna pazza e assassina?

La chiosa dell’episodio ci riporta Will che, prima sostiene un colloquio per entrare nell’ufficio del procuratore distrettuale ma il nome dello zio lo perseguita. Lui nega di essere ancora in rapporti con la sua famiglia ma poi lo vediamo a pranzo con Nucky. Lo zio chiede come è andato il colloquio: il piano sembra infiltrare il nipote nei gangli della macchina della giustizia USA; chiede se il suo nome è uscito fuori e Will nega. Chissà se la menzogna è stata dettata da pudore per la necessartia reazione che il ragazzo ha dovuto mostrare o se serve a celare un moto di onestà nell’animo del ragazzo che possa portarlo a lasciare il partito della famiglia per schierarsi con la legalità. Altro pasto: Nucky è a cena con Tonino, apparentemente cerca di portarlo dalla sua ma vuole solo avere informazioni su chi ha cercato di ucciderlo. Tonino spiattella tutto perché è convinto di poter cambiare ancora barricata e diventare un soldato di Nucky. Ma quando a fine cena un cameriere ricorda a Tonino quanto lì fosse amata Billie Kent (la donna di Nucky morta nell’attentato esplosivo al locale sul boardwalk di Atlantic City) e contemporaneamente la cinepresa inquadra il killer di Nucky, vedere Tonino lasciato con la gola tagliata e un orecchio mozzato difronte al bordello di Lansky non ci stupisce. Per niente.

Curiosità
Nucky conosce Kennedy senior a New York. Dasl trailer di 5×3 capiamo che il binomio è destinato a perdurare.

Interessi comuni per il papà di JFK e Nucky
Interessi comuni per il papà di JFK e Nucky

Si vede anche Eliot Ness, l’uomo che sarà la fine di Al Capone e interpretato da uno di The Wire, Jim Trust Frost

 

Le battute
Credi a qualsiasi cosa ti tiri fuori da questo casino
(Torrio a Nucky)

A volte trovo più semplice disprezzare qualcuno piuttosto che amarlo
(Van Alden)

Si arriva al punto che si deve convivere con le scelte fatte. Quelle buone e quelle cattive
(Nucky)

The law is a shield not a sword
(Will)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: