Vai al contenuto
Annunci

Intercettazioni telefoniche: Joseph Gordon-Levitt e quel gran pezzo di Ubalda di Scarlett Johansson parlano di Don Jon

Nella vita si nasce tettona, non ci si diventa, manco se sei ne Gli Avengers
Nella vita si nasce tettona, non ci si diventa, manco se sei ne Gli Avengers

SJ: Pronto?
JGL: Bella, non sono mai stato così ingrifato a sentire una pollastrella che dice “pronto”. Cosa hai indosso?

SJ: Ma con chi parlo?
JGL: Sono quel gran stallone del Jon. Cosa hai indosso?

SJ: Ma chi? Sly?
JGL: No, sono Gordon

SJ: Gordon Ramsay? Oddio Gordon Ramsay! Ti prego dimmi una cattiveria culinaria!
JGL: Bella, di culi in aria vorrei vedere solo il tuo, quanto mi ingrifi, sei la mia ispirazione. Sono Levitt. Ma tu chiamami Don.

SJ: Ah, ti ho fatto scrivere dal mio avvocato Jo’, questo è stalking, già ho fatto il culo a quell’hacker che mi ha rubato le foto porno che avevo fatto quando ero sola e depressa.
JGL: Scar tu non potresti essere depressa neanche se volessi con quelle bombe di allegria che porti in giro per il mondo.

SJ: ora basta, chiamo l’avvocato!
JGL: Scarlett ma non hai capito? Sono in parte per il mio nuovo film, so inpersonando il mio personaggio Joe Martello un masturbatore di professione che si fa le seghe anche se sta con la donna più sexy del pianeta. Tu sei perfetta. Tu sei la mia musa!

SJ: Per il ruolo del mastrubatore? No, perché sai non sono clitoridea.
JGL: Maddai, il masturbatore sono io, tu sei la tipa sexy che mi si struscia addosso e mi fa venire nei pantaloni. Tu sei il motivo per cui il pubblico deve dire “Ma dai ‘sto film è irreale: quello sta con la Johansson e si fa le seghe?” Così la gente riflette perché quello del porno è un problema, una piaga sociale. Addirittura in Italia a un porno attore fanno fare un programma televisivo. Questi ce rubbano er lavoro. Aooooo!

SJ: Stai calmo Jo’ sei troppo su di giri.
JGL: Sei tu che mi fai venire nei pantaloni. Dai che ho voglia di toccarti le tette

SJ: Lo vedi, sei il solito porco.
JGL: Eddai sono tre anni che mi scervello per trovare una sceneggiatura che mi dia una scusa per toccarti le tette.

SJ: Sei come tutti gli altri!
JGL: Scarlett voglio essere il tuo VaGenio. Voglio fare con te un challenge estremo di pecorina porchettata. Dimmi un po’, come avevi chiamato le tue tette?

SJ: Vaffanculo!
JGL: Oh sì il tuo culo… mamma mia

SJ: ora riattacco!
JGL: Si sbattimelo in faccia!

SJ: ora chiudo la conversazione!
JGL: Lo fai il film?

SJ: Certo che problema c’è! Il lavoro è lavoro…

forrst gump**** La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti può capitare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: