Skip to content
Annunci

La solitudine del primo episodio – Game of thrones 3

"Toglietemi tutto ma non i miei Immacolati"
“Toglietemi tutto ma non i miei Immacolati”

Mozione d’ordine
Quelle che seguiranno saranno delle note seguenti alla visione del primo episodio della terza stagione di Game of thrones. Se avete intenzione di aspettare le trasmissioni in italiano è meglio che non leggete; se non avete letto il libro forse è meglio che non leggete.

Che cos’è?
Qualcuno ha definito Game of thrones – Il trono di spade un “Signore degli anelli con le tette e il sangue”. È una delle definizioni più calzanti. È la trasposizione televisiva dei libri di George R.R. Martin, Le cronache del ghiaccio e del fuoco, epopea fantasy che si svolge in un immaginario mondo molto simile al Tardo Medioevo, dove le case nobili dei Sette Regni di Westeros si danno battaglia per conquistare il trono di spade e dominare il continente. Inutile fare un riepilogo: vendetta, sangue, assassini, terrore, morte. Martin si è ispirato alla Guerra delle due rose, quando le più potenti famiglie inglesi si diedero battaglia per salire al trono.

Come è?
A livello di scrittura, una delle migliori serie in circolazione. Bella l’ambientazione, belli i personaggi. Il primo episodio della terza stagione è andato in onda negli States la sera di Pasqua battendo tutti i record di stagione e garantendo subito la conferma per la quarta. La cosa che mi ha positivamente sorpreso è che la puntata ha innovato al 90% l’originale letterario. Dialoghi nuovi che annunciano nuove strade per arrivare poi al succo della vicenda che Benioff e Weiss ci esporranno. A voler trovare il pelo nell’uovo, non mi ha molto convinto vedere Sam cavarsela quando alla fine della seconda stagione lo avevamo visto circondato dall’orda degli Estranei. Pensare a lui che si salva correndo mi ha lasciato un po’ interdetto.

Comunque, sotto traccia si intravedono i conflitti che scuotono Westeros e che daranno un nuovo significato alla guerra per il trono di spade: quello religioso, rappresentato dal contrasto tra Melisandre e Ser Davos; le vecchie amicizie minacciate da nuovi equilibri, come quella tra Tyrion e Bronn con quest’ultimo che è stato fatto lord dopo la battaglia delle Acque Nere e comincia a mal tollerare di essere trattato  come un semplice mercenario; quello politico tra Lannister e Tyrell con Cersei che mal digerisce la futura cognata che rimarca a cena come siano i viveri di Alto Giardino a tenere la fame lontana da Approdo del Re; quello interno allo schieramento del Re del Nord Rob Stark, squassato dal tradimento di Catelyn che ha liberato Jaime Lannister; quello culturale tra gli schiavisti di Astapor e Daenerys Targaryen, evidenziato nella scena della vendita degli Immacolati.

Ci sono le tette?
Dopo 13 minuti, un bel paio di tettine; manca poco che Bronn denudi completamente la prostituta prendendo a morsi quel poco di stoffa che le nasconde la patata.

La battuta
Mi è piaciuto molto il dialogo tra Sansa e Shae
Shae: “Perchè dovrei inventarmi una storia quando conosco la verità?”
Sansa: “Perchè la verità è spiacevole o noiosa”

Sembra quasi una metafora di quello che sta avvenendo a Westeros e quello che avverrà a Sansa in particolare

Quando lo trasmetteranno in italiano?
Sarà Sky Cinema a mandarlo in onda dal 10 maggio, non prima di aver ritrasmesso le prime due stagioni. Come del resto, farà in chiaro Rai 4.

Annunci

2 thoughts on “La solitudine del primo episodio – Game of thrones 3 Lascia un commento

  1. ah su Rai4…sempre grande Freccero.
    Gia gia gia a voler taglare il capello in quattro qualche sbavaturina la si trova, ma nel complesso ottimi inizio della parte sugosa della storia.
    Spiace un po alla fine che abbiano infilato Barista il valoroso diretto cosi senza tutto il suo mascheramento e sopratutto senza il suo cicciottello amicone (il che suppongo portera a tagliare parti successice, ma tanto vero e’ che materiale abbonda…) e che il simpa Gionni Sno si faccia una chiacchieratina di 5 minuto “oh bella ‘fra c ha fatto la Roma..” con Da fukin’ king Mance..
    Di sicuro arriveranno alle nozze rosse ma spero sopratutto che diano buono spazio alla parte di Arya e che finalmente non senta piu l intimo impulso a voler skippare le parti di Sansa bambocciona..avendo passato l’attesa di ‘sta 3 serie e del suo piri piri piiiiiri pi pipiripiiiii !!! facendo training autogeno a botte di West Wing, ma sopratutto tanta tanta roba BBC direi “dai cazzo fatevi sotto”…per ora buon affondo

    Mi piace

    • Sì, volevo scrivere una cosa su Barristan ma l’ho dimenticato. è vero, sarebbe stato troppo lungo però tenerlo così come era nel libro.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: