Vai al contenuto

Visioni (di molto) successive – Io sono Tancredi

io sono amore

Con Io sono l’amore Luca Guadagnino ha lavorato molto sulle suggestioni: le inquadrature sono pennellate che vogliono raccontare qualcosa: un ambiente alto borghese, educazioni rigide, donne tenute di fianco al maschio padrone. Tutta la ricostruzione, accurata, l’attenzione ai vestiti, al design, perfino al product placement, indica evidenti ore di pippe teoretiche sul colore dei pantaloni che Emma/Tilda Swinton deve indossare, oppure la perfetta geografia di un piatto di gamberetti.
In tutta questa ardita opera di megalomania cinematografia c’è molto manierismo e ovvietà – il nome dell’erede dei Recchi, Tancredi, le posate d’argento, i quadri decadenti, i dialoghi delle scene di affari copiate di sana pianta da una fiction della Rai ma anche di Canale 5 – e c’è la voglia del regista di farsi vedere, di affermare la propria personalità e i propri tocchi. E alla fine la forza di Io sono l’amore è proprio in questo eccesso di stile stiloso, la consapevolezza che l’unica cosa che potrebbe nobilitare una sceneggiatura tanto insulsa affidata ad alcuni attori davvero cagne è nell’intingere ogni sguardo in una necessità di stupore, credendo nella suprema forza del racconto e dello sguardo.
Insomma, Io sono l’amore mi è piaciuto ma è anche una palla e un po’ meno di personalità nel girare e un po’ più di attenzione ad alcuni passaggi, alcuni dialoghi e lla rinuncia all’autogestione sul set che è servita solo per un mostro come Tilda Swinton, avrebbe regalato un prodotto ancora migliore.
Per me è quasi il miglior film italiano del 2010… per fortuna il 2010 è quasi finito.
 
La citazione: «Battuto da un cuoco? È un’ingiustizia»
La considerazione: L’attore che fa Edo è cagna, è cagna pure in foto, e la sua morte è stata decisa, evidentemente, per far smettere di soffrire lui e noi.
La considerazione 2: a me la prosopopea di Alba Rohrwacher ha un po’ rotto il cazzo. Io non credo le farebbe male un bagno di umiltà in una commedia diretta da Brizzi.

 

3 e mezzo buono***½

Non hai mai sentito nominare il Millenium Falcon?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: