Vai al contenuto

Undone, recensione della serie tv Amazon

undone2-1280x720

C’è entusiasmo intorno ad Undone, la serie Amazon di Raphael Bob-Waksberg e Kate Purdy, già creatori di BoJack Horseman. 

È stata girata con la tecnica del rotoscopio, che consiste nel ricalcare e colorare immagini reali. Entusiamo alle stelle dei commentatori, a indicare che quasi nessuno conosceva o ha apprezzato il bellissimo A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare di Linklater, che, alcuni anni fa, misi al 34esimo posto dei film più belli del decennio 2000-2009. Lì la tecnica era a disposizione del delirio dickiano, in un mondo distorto da una potente droga e un grande fratello che tutto ascoltava e riportava. Anche qui, la scelta della tecnica è a disposizione di un racconto liquido, che spazia tra argomenti, pulsioni e ambientazioni. Insomma, meglio disegnarlo che costruirlo. 

Undone si muove, apparentemente, su canoni più tradizionali. Sembra una serie all’incrocio tra il drama e comedy: Alma è un’insegnante di scuola materna di 28 anni, insoddisfatta della sua vita, un compagno che non è sicura di amare, la sorella minore che sta per sposarsi con un ragazzo appartenente a una famiglia molto ricca, la madre ossessivamente presente e il mistero della morte del padre in un incidente stradale. Tutto sembra dondolare sui binari di un Beautiful a disegni animati, quando Alma, la protagonista, ha un incidente stradale, in seguito al quale inizia a vedere lo spirito del padre, che cerca di convincerla che lei può viaggiare nel tempo. 

La cosa buona di Undone – che, ricordiamo, è disponibile in streaming su Amazon Prime Video – è la durata: 8 episodi di circa 23 minuti, Undone si beve in circa tre ore, durante i quali Alma si dibatte tra gelosie e piccole meschinità familiari, indaga sulla morte del padre, in un thriller che non prende mai forma così come i viaggi nel tempo, tutto condito e tenuto insieme da un mistico atto di fede che ricorda molto da vicino The OA.  Tutto con Saul Goodman – il padre di Alma è interpretato da Bob Odenkirk – che spunta da ogni cespuglio per spiegare l’entanglement quantistico, in un vago retrogusto alla Breaking Bad, come se cercasse di spiegarvi come ingannare la libertà vigilata. .

One thought on “Undone, recensione della serie tv Amazon Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: