Skip to content
Annunci

Serial&Co(cci)/The Knick Recap

vlcsnap-2014-10-28-12h11m54s39Che cos’è?
La serie che Soderbergh ha girato dopo aver visto True Detective. Facendo tutto lui, pure il Best Boy, nei ritagli di tempo tra un film e una partita a scopone con George Clooney.

Cosa è successo?
“La medicina moderna doveva pur iniziare da qualche parte”. Suona così il payoff della serie che racconta gli sforzi di un gruppo di medici, chirurghi e infermiere nei primi anni del Novecento in un ospedale all’avanguardia di New York, The Knick. Un mondo primitivo e brutale, con pazienti massacrati sotto i ferri di coloro che li dovrebbero guarire. Leader di questo gruppo è John Thackery, nominato direttore sanitario dell’ospedale dopo che il suo capo e mentore si suicida a causa dell’ennesimo tentativo di curare una placenta previa conclusosi con la morte del malato sotto i ferri. Oltre alla limitatezza dei mezzi scientifici e tecnici a disposizione, i personaggi si muovono in un mondo razzista, violento, povero in cui l’Uomo fatica a elevarsi dal suo stato bestiale. Tra gli altri personaggi principali della serie, il dottor Algenor Edwards è un giovane e promettente medico di formazione europea, pupillo del finanziatore del The Knick: lo fa assumere, ma il giovane e brillantissimo medico si deve scontrare con i pregiudizi razziali di colleghi e gente comune. Lo relegano nello scantinato dell’ospedale, dove lui costituisce un piccolo ambulatorio per indigenti di colore e inventa un paio di strumenti medici per sopperire alla mancanza di personale; c’è una suora che pratica aborti con l’aiuto di un barelliere violento e spregiudicato, un direttore finanziario che deve un mucchio di soldi a un malavitoso, un’infermiera ingenua che si getta in una perversa relazione sessuale con Thackary.

vlcsnap-2014-10-28-12h13m52s206

-Le sto guardando le tette -Mi sta guardando le tette
-Le sto guardando le tette
-Mi sta guardando le tette

Come è stato?
The Knick è una serie sulle dipendenze. Il protagonista, John Thackery (ispirato a un medico realmente esistito, William Stewart Halsted) è un drogato: abusa di cocaina e oppio, sostanze che assume per sopportare lo stress di una professione che spesso si conclude con la morte del paziente; è lui il centro della serie: il volto di Clive Owen è il cuore emotivo che fa pulsare le puntate; Cornelia Robertson, figlia del capitano Robertson, finanziatore dell’ospedale, è mossa da un sincero sentimento di aiutare il prossimo, ha una relazione clandestina con il dottor Edwards, da cui non riesce a staccarsi; non accetta il ruolo che per lei impone la società (essere bella, sposarsi, sfornare marmocchi, dedicarsi alla beneficenza di quando in quando), ma non ha la forza di opporsi cosi come non ha la forza di chiudere la relazione sconveniente con il dottore di colore figlio della sua cameriera. Lo stesso Edwards va nei pub a sbronzarsi e a rissarsi con degli sconosciuti come se la sua droga fisse l’adrenalina della lotta in un antesignano fight club; Barrow dipende dal sesso, dalla prostituta con cui si illude di poter avere una vita e dalla moglie tirannica che lo spolpa. La dolce e ingenua infermiera Elkins è cotta del dottor Thackery e con lui scende negli inferi di una relazione sessuale in cui è disposta a tutto pur di accondiscendere il suo uomo.

In tutto ciò, la sensazione che pervade The Knick è quella del paradiso perduto, di uno stato di stordimento totale, come quello garantito dalle droghe, che però, dopo l’apice del primo assaggio, non è mai più ripetibile, una coazione a fallire, una mancanza di un sapore che non ritroveremo più. Ecco dove nasce la disperazione di fondo dei personaggi.

La messa in scena
Magnifica. Soderbergh dirige e cura la fotografia (con il suo pseudonimo Peter Andrews) di tutti e dieci gli episodi garantendo una coerenza nella forma “quasi” cinematografica (Jack Amiel e Michael Begler hanno scritto tutti gli episodi), ma non dimentica mai il mezzo in cui lavora. Particolarmente incisiva la colonna sonora: fredda e delirante è composta da Cliff Martinez, uno dei sodali di Soderbergh e che ha realizzato anche il soundtrack di Solo Dio Perdona, con sonorità e senso di straniamento molto simile. Confesso che proprio la musica è stata la prima cosa che mi ha colpito in The Knick, per essere così smaccatamente distante, con il suo suono contemporaneo ed elettronico, dal tempo in cui è ambientata la serie.

vlcsnap-2014-10-28-12h14m54s61

E ora la domanda che tutti stavate aspettando… C’è la fica?
Insomma, si intravedono un paio di prostitute cinesi promettenti, Cornelia è una gatta moscia con delle tette altrettanto mosce. La gnoccheria è lasciata a Eve Hewson che è la figlia di Bono Vox, ovvero la copia della madre con la mascella del padre.

La battuta
“I want to go out and stay up. If I wake up, you shove this pipe in my mouth and you fire it up again … and again … and again.” – John Thackery

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: