Skip to content
Annunci

Tutto pronto per la seconda stagione di Mr. Robot?

mr. robot rami malek

“Hello, friend. Ehilà, amico? Non mi piace. Forse dovrei darti un nome, ma è una strada pericolosa. Ricordiamocelo. Merda. E’ successo per davvero, sto parlando a qualcuno che non esiste”. Inizia così, con “Ciao amico”, la novità più importante della passata stagione televisiva: Mr. Robot torna con la seconda stagione giovedì 14 luglio anche se in effetti la première è già stata trasmessa sulla pagina ufficiale della serie ed è stata visibile per poco tempo e solo per gli iscritti della fsociety. Ma cos’é Mr. Robot?

Il protagonista è Elliot (Rami Malek), un ingegnere di sicurezza cibernetica (matricola ER28-0652) di una società informatica (AllSafe) che protegge uno dei più importanti conglomerati economici e finanziari del pianeta, la E Corp. Nottetempo, Elliot è un hacker, un giustiziere digitale che usa le sue (super) capacità per smascherare pedofili, criminali di vario tipo o semplicemente per proteggere le persone che ama. Elliot è in analisi ma non prende le sue medicine, preferisce drogarsi.

Un giorno, Elliot è contattato da una cellula terroristica di hacker, la fsociety, che vuole innescare una rivoluzione globale abbattendo proprio la E Corp. È reclutato da un omino di mezza età che indossa una giacca con un marchio, Mr. Robot.

No, in Mr. Robot non si parla di robot, cibernetica o intelligenza artificiale, ma di computer, informatica, social network, reti di protezione delle grandi aziende e gli hacker che cercano di violarle. Sono questi temi il cuore della serie tv.

Il protagonista è Elliott e ha qualche problema. Va da una psichiatra, praticamente ha un solo amico (un pezzo di fica pazzesca, Portia Doubleday) e fa l’hacker. E’ interpretato da Rami Malek che è uno dei volti più stupefacenti della stagione televisiva: i suoi enormi occhi pieni di distacco sono la sottolineatura di gran parte della serie che per lo più è incentrata proprio su Elliott. Se non ci credete recuperate il sesto episodio della prima serie, quando, dopo aver liberato il suo spacciatore dalla prigione, apre il portabagagli della sua auto e… e mentre il mondo impazzisce lui lo osserva, freddo, ma pazzo, divorato dal rimorso, disperato.

L’amica del cuore di Elliott è Angela Moss, interpretata da Portia Doubleday, figlia d’arte di un tizio che ha lavorato in 1997-Fuga da New York. Il personaggio del titolo è interpretato dal redivivo Christian Slater. Darlene ha il volto e le gambe lunghe di Carly Chaikin. Martin Wallstrom interpreta Tyrell Wellick, dirigente della E Corp che cerca di dare la scalata alla multinazionale usando Elliott, un personaggio che sembra uscito dalla penna di Brett Easton Ellis.

Tutti i titoli degli episodi richiamano concetti o terminologia tecnica appartenente al mondo hacker e al linguaggio informatico, ma con un doppio senso che riguarda la vita del protagonista Elliott. Ad esempio, la terza puntata della prima stagione è intitolata eps1.3_da3m0ns.mp4. Daemons è un programma e si riferisce anche ai demoni interiori di Elliott. Inoltre, i titoli sono scritti in una forma che ricorda i file o i torrent che troviamo in Rete, con l’estensione (.mp4 o .mov) e con il numero progressivo che ricorda le varie versioni degli aggiornamenti dei programmi (1.3 si riferisce al terzo episodio della prima stagione).

Mr.Robot è raccontato dal punto di vista di Elliott: è attraverso i suoi occhi che vediamo la storia evolversi e tutto quello che noi sappiamo è ciò che lui sa… Ad esempio, la E Corp, la multinazionale che Elliott dovrebbe proteggere ma che lui ritiene responsabile di tutti i mali del nostro mondo, è chiamata da tutti Evil Corp, proprio perché così la chiama Elliott. del resto, è la sua storia! Come anticipato ci sono un sacco di termini tecnici del mondo hacker, informatica e la storia è un sacco complicata, ma il mondo di Mr. Robot vi travolgerà. Al termine di un episodio non vedrete l’ora di iniziare con il successivo. C’è anche un sacco di sesso, droga, rock ’n’ roll.

Mr. Robot ha molti fratelli e cugini cinematografici e cugini: Fight Club e Dexter, ad esempio. Soprattutto, Mr. Robot mi ha riportato alla mente (e al cuore) Breaking Bad: era dai tempi di Walter White che non restavo inchiodato alla tv a macinare un episodio dopo l’altro per scoprire cosa sarebbe successo. Infatti, Sam Esmail racconta una storia, incentrata su un personaggio; ci sono vicende secondarie ma essenzialmente e fondamentalmente Mr. Robot è la storia di Elliot e da quella non si discosta quasi mai, tenendoci avvinghiati. Dietro Mr. Robot c’è la stessa idea di televisione di Breaking Bad, c’è Walter White con le sue idee, la fiducia nei piani, le continue macchinazioni per trovare una soluzione ai problemi che ne generano generano sempre di nuovi. Invece per Elliot le soluzioni che cerca ai problemi che gli si pongono sono sempre inutili perché lui cerca una soluzione il mondo è già andato avanti.

Ha vinto il Golden Globe per la Miglior serie drammatica (battendo gli altri nominati Il trono di spade, Narcos, Outlander ed Empire, mica bacio-bacio-micio-micio) e il premio per il miglior attore non protagonista è andato a Christian Slater. Mr. Robot è stato premiato come migliore serie drammatica, miglior attore e miglior attore non protagonista ai Critics’ Choise Television Award.

La frase

Ehilà, amico. Ehilà, amico? Non mi piace. Forse dovrei darti un nome… Ma è una strada pericolosa. Esisti solo nella mia testa. Ricordiamocelo. Merda. È successo per davvero, sto parlando a qualcuno che non esiste. Quello che sto per dirti è top secret … Si tratta di una cospirazione gigantesca. C’è un gruppo di persone potenti che governano il mondo in segreto. Parlo di gente che nessuno conosce, gente invisibile. L’1% piu ricco dell’1% piu ricco che giocano a fare Dio senza permesso. E ora penso mi stiano seguendo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: