Vai al contenuto

Prima visione – Se volete ricordare qualcosa, immergete la faccia nel ghiaccio

international

A volte riesco ancora a sorprendermi quando in certi film sento certe frasi. Accade quando in un thriller che vuole raccontare un’indagine su di una banca che traffica armi, ascolto un procuratore distrettuale che grida in faccia al capo che vuole chiudere l’indagine “io voglio scoprire la verità”. C’è frase più consunta? Forse “ancora silicone, per cortesia”, pronunciata dalle labbra di gomma della Parietti al chirurgo plastico dell’attrice(? attrice? cosa sarebbe la Parietti?, boh)… Dopo aver assistito alla scena in questione, mi scopro a chiedermi che senso possono aver ancora certi film, certi personaggi, certe storie ai giorni nostri. Sì, perchè come disse qualcuno “la finzione deve avere una logica, la realtà no” e quindi mi sorprendo a vedere questi sceneggiatori e registi che si sforzano di dare un senso ai loro viaggi intorno al mondo, cercando di stare dietro a transazioni finanziarie, terroristi in doppiopetto, doppiopetti pieni di terrorismo, computer che si collegano a internet e scoprono i colpevoli degli assassini, cellulari che mandano sms criptati manco si trattasse di Jack Bauer in persona, mentre la realtà corre più veloce, e ti sorprendi mentre vedi Luca Barbareschi che doppia Luca Barbareschi che interpreta Luca Barbareschi nei panni di un industriale che decide di “scendere in campo” in politica mentre fa un comizio a Milano davanti alla stazione e sembra una scena già vista se non fosse che la scena finisce con una pallottola in testa a Luca Barbareschi e che strano era proprio quello che desideravo sentendolo parlare anche se forse pensavo a qualcun altro. Ed è questo il motivo per cui la realtà è illogica (e triste) e i film logici e spesso belli e senz’altro meglio della realtà. Una realtà in cui Barbareschi è un deputato della Repubblica il cui copione lo ha scritto Bondi, Vito o al peggio Berlusconi, e Angelina Jolie fa vedere le sue gioie solo a Brad Pitt (probabilmente) ed Eva Mendes a chi vuole lei.
Tutta questa lunga introduzione è per spiegare che, in fondo, The International di Tom Tykwer non è poi tanto male. Soprattutto alcuni momenti sono girati quasi con maestria. Mi riferisco alla scena di apertura, un esempio di montaggio e tecnica di ripresa di scuola in un’epoca post – Bourne di Paul Greengrass, oppure la battaglia nel Guggenheim, combattuta a suon di mitragliate che devastano completamente il museo anche se dopo 5 minuti di furiosa sparatoria il fatto che la polizia non avesse ancora fatto capolino nel museo ha interrotto la magia del momento. O se non fosse per Luca Barbareschi. Ho. detto. Luca. Barbareschi. Cazzo.

2 e mezzo buono**½
Non sei andato malissimo ma neanche troppo bene… come il Tottenham

 

3 pensieri riguardo “Prima visione – Se volete ricordare qualcosa, immergete la faccia nel ghiaccio Lascia un commento

  1. Ahah, post straordinario! Sottolineo e concordo veramente su tutto tutto. Anche sulle scene che ti sono piaciute, sono le uniche che hanno colpito anche me, tra l’altro continuano a ripetere tra me e me, “ma la polizia ndo cazzo sta?”.
    Per non parlare di Luca Barbareschi e del suo Futuro Italiano (F.I. ma ci rendiamo conto?), anche se ho gioito per la fine che gli hanno fatto fare. Per il resto ripeto, come non essere d’accordo con te?

    "Mi piace"

  2. Il film qualche pregio lo ha: estetica raffinata, ambientazioni suggestive, presenza di scene dal notevole impatto visivo, montaggio abile e sapiente, qualche pizzico di ironia (il che non guasta mai), recitazione più che corretta dei protagonisti. Peccato per lo scarso approfondimento psicologico dei vari personaggi, per la sprecata partecipazione della sempre brava Naomi Watts (qui relegata un ruolo di contorno del tutto superfluo) e per il finale (originale e anticonformista nelle intenzioni ma risulta ambiguo nella sua mancanza di vero coraggio).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: