Skip to content
Annunci

Il Trono di Spade, Forte Orientale: Nel nome del padre

padri got eastwatch

Tempo di lettura: 3 minuti e 41 secondi

Fili sospesi che sono stati ripresi, altri che sembravano spezzati sono stati riallacciati al corso tumultuoso degli eventi: Forte Orientale (Eastwatch), il quinto episodio della settima stagione de Il Trono di Spade, è colmo di riferimenti al passato e alla storia dei personaggi della serie tv. Una continuità esaltata dalla centralità del rapporto padri-figli, in un mondo feudale legato ai diritti successori dinastici come quello immaginato da George R. R. Martin, ampiamente ispirato alla storia inglese ed alla Guerra delle Due Rose.

Il peso dell’educazione e della formazione paterna, i sensi di colpa, l’odio, il retaggio, addirittura il codice genetico echeggiano nel corso dell’episodio.

Mio padre diceva “meglio essere codardi per un minuto che morto per il resto della vita. Davos

Dopo il salvataggio di Jaime, al termine della battaglia di Blackwater Rush, Daenerys parla ai sopravvissuti dell’armata Lannister: inginocchiatevi o morirete. Randyll Tarly rifiuta di giurare fedeltà a una regina straniera, preferendo Cersei che almeno è nata e cresciuta a Westeros, e con lui suo figlio Dickon: malgrado rappresenti il futuro della casata, sebbene anche il genitore gli consigli di inginocchiarsi, preferisce morire insieme al padre. Più avanti nell’episodio, l’arcimaestro Ebrose (Jim Broadbent) spiega come gli sia mancato il coraggio di comunicare a Samwell Tarly che la regina dei draghi ha bruciato vivi il padre e il fratello. Nel lasciare la Cittadella, lo stesso Sam cita Randyll, quando lo accusò di voler vivere nascosto a studiare piuttosto che essere protagonista della Storia dei Sette Regni: “Sono stanco di leggere le imprese degli uomini migliori” (precedentemente pronunciata in Sangue del mio sangue, sesto episodio della sesta stagione).

Il fantasma del padre campeggia nell’incontro più significativo dell’episodio, quello tra Jaime e Tyrion. Il nano legge l’odio negli occhi del fratello per l’assassinio da lui compiuto e, sebbene a Westeros il parricidio sia il peccato più odioso perché viola il sistema patriarcale e maschilista su cui si basa la società (in effetti glielo rinfaccia anche Randyll Tarly prima di morire), Tyrion non si capacità del risentimento del fratello e prova a spiegare le sue ragioni. Invece, Ser Davos sembra non portare rancore nei confronti di Tyrion per la morte del figlio: all’epoca dell’attacco di Stannis, fu lui, facente funzione di Mano del Re e difensore di Approdo del Re, a causare la tragica fine del giovane bruciato dall’Altofuoco che illuminò a giorno lo specchio d’acqua che bagna la capitale: il cavaliere delle cipolle ha accettato la perdita come un atto avvenuto in guerra.

Cersei cerca di legare Jaime ancor di più a sé con la presunta paternità del bimbo che porta nel grembo, dopo l’accorato appello alla resa dello Sterminatore di Re dopo la devastante sconfitta di Blackwater Rush; ora Jaime sembra ritrovare speranza e voglia di lottare per un futuro in cui finalmente un bambino possa portare il suo nome, concepito dalla donna che ama benché sia sua sorella, nello stesso modo dei grandi re Targaryen, quando il matrimonio tra fratello e sorella era una pratica accettata, perfino pochi decenni prima, in quanto lo stesso padre di Daenerys, Aerys II, aveva sposato sua sorella Rhaella. Tra l’altro non passano inosservati un paio di profetici riferimenti di Cersei, al padre, Tywin, citandolo (“un leone non si preoccupa dell’opinione di un branco di pecore”) e poi riguardo alle proposte di armistizio di Daenerys: “Dobbiamo essere furbi come lui”. Visti i precedenti, vi fareste trovare sotto uno stesso tetto insieme a tutti i nemici di Cersei?

Il legame di un’amicizia tra Jon e Gendry si intreccia lungo i fili del DNA dei rispettivi padri: Robert Baratheon e Eddard Stark hanno combattuto e vinto insieme contro un tiranno, forse anche i loro figli potrebbero condividere l’adrenalina della battaglia. Premessa che cambia completamente prospettiva nel momento in cui verrà scoperto che il vero padre di Jon è Rhaegar Targaryen, ucciso da Robert nella battaglia del Tridente. Nel loro incontro, ricordano i rispettivi ricordi di Robert e Ned: “Sei più magro” dice Jon di Gendry, “sei più basso” risponde il bastardo del defunto sovrano.

game-of-thrones-eastwatch-gendry
“Chi di martello abbonda di…”

La figlia del Re Folle, Daenerys, si è mostrata inflessibile e agli sconfitti della battaglia di Blackwater Rush ha imposto “inginocchiatevi o brucerete”, Varys e Tyrion non possono fare a meno di ricordare Aerys II, che bruciava i (presunti) traditori e i (presunti) nemici per il puro piacere di vederli morire tra le fiamme. “Daenerys non è come il padre… con i giusti consigli”, è quello che tutti si augurano nei Sette Regni.

Il cavaliere che nei lunghi anni dell’esilio aveva vegliato su Daenerys (anche qualcosa di più) ritorna improvvisamente nell’episodio Forte Orientale. Giunto alla Barriera insieme a Jon Snow, Jorah Mormont incontra i Bruti contro cui il padre, Jeor Mormont, ha spesso combattuto. Tormund non può fare a meno di ricordarlo, ma la sfida dialettica tra i due finisce sostanzialmente in parità.

La lettera che Ditocorto fa ritrovare da Arya era stata scritta da Sansa sotto dettatura di Cersei quando era prigioniera ad Approdo del Re; nella missiva riconosceva il tradimento del padre e invitava il fratello Robb alla sottomissione. Basterà a spezzare il legame tra le due sorelle e sparigliare le carte a Grande Inverno, soprattutto ora che litigano per l’assegnazione delle stanze?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: