Vai al contenuto

Prima visione/Looper, l’importanza delle lenti a contatto colorate

looperQuello che mi è piaciuto di Looper è che ci sono dentro tante idee, oltre a un consiglio tricologico a Bruce Willis e Gordon-Levitt: non importa quanto sei figo, anche nel 2074 perderai i tuoi capelli. Il primo collegamento che mi viene in mente è con Inception, non solo per Gordon-Levitt ma per quelle 3 o 4 scene in assenza di gravità che ti colpiscono davvero in un film di fantascienza il cui approccio è a) farla semplice b) essere realistici nella visione del futuro c) non mi viene ci penso un po’.
Rian Johnson la fa semplice perché, sì, scrive un film su un futuro, il 2074, in cui i viaggi nel tempo sono possibili ma proibiti e in cui sbarazzarsi di un corpo è (quasi) impossibile. Allora cosa fanno questi? È mai capitato che nella storia dell’uomo (e del cinema) un criminale si sia privato di una cosa che gli permettesse di arricchirsi e continuare in libertà e tranquillità a godersi soldi, puttane e proiettili? I malavitosi spediscono le vittime nel passato, 30 anni prima, quando i viaggi nel tempo non sono stati ancora inventati e quindi non sono illegali; un’agenzia di assassini specializzati (i looper per l’appunto) manda un sicario ad aspettare in un campo di granturco tipo quello di Kevin Costner in L’uomo dei sogni che il malcapitato sia recapitato su un lenzuolo di plastica legato e incappucciato. Pensandoci bene: anche ne L’uomo dei sogni, in un campo di granturco arrivava della gente, ma del passato. Con cosa cazzo li innaffiano i campi di granturco negli States? Vuoi vedere che le teorie complottiste del Generale Jack Ripper erano vere? Stanno avvelenando i nostri fluidi vitali! Vabbè, torniamo a Looper. Può capitare che uno dei malcapitati spediti indietro sia il killer stesso, ma 30 anni più vecchio. Così si chiude il loop e al tizio non resta che godersi la vita per i successivi tre decenni. Però, se spediscono indietro nel tempo te stesso, può capitare che, se lo vedi, ti sorga un dubbio. È quello che capita: il Gordon-Levitt del futuro, Old Joe, scappa e parte alla caccia del boss del 2074 che sta liquidando tutti i looper perché quando era piccolo uno di loro ha ucciso la madre. E il boss del 2074 era un bambino di 4 anni nel 2044. Capito sì che figata? Vabbè, il risultato è che il Giovane Joe dà la caccia a Old Joe. Ora, se uno è Gordon-Levitt e l’altro è Bruce Willis, uno qualche domanda su come invecchiamo se la fa, perché il primo è un figo ma Bruce è Bruce. Allora che fanno truccatori, costumisti e compagnia bella? Piazzano, lenti a contatto colorate, un naso e un mento posticcio a JGL e lasciano che Willis si faccia crescere la chierica. Be’ ragazzi, Willis con la chierica sembra un vecchio, non dico che delusione. Che? Ha 58 anni? Un cucciolo cazzo, in Looper sembra mio nonno. Ma con la pistola. E incazzato.
Mi sono un po’ perso. Insomma, la trama è un po’ questa. Le premesse spazio temporali sono semplici perché, essendo i viaggi nel tempo proibiti nel futuro, non è che i malavitosi hanno sviluppato una macchina del tempo extralusso con tanti gadget. Del resto, serve per ammazzare le persone, nessuno tornerà indietro per lamentarsi “Ehi cazzo non c’era il portabibite, mi sono versato il caffè bollente sulle palle”. Quindi la macchina è una palla di metallo, stretta e con tutti i fili scoperti che ti porta indietro esattamente di 30 anni, se fai tardi, cazzi tuoi, arrivi in ritardo, quindi se devi vedere Looper VIII al cinema nel 2044 e parti nel 2074 vedi di fare in tempo perché altrimenti ti perdi Bugs Bunny e i trailer prima del film. (Il che, detto tra di noi mi sembra una cazzata: cazzo posso viaggiare nel tempo, dammi la possibilità di tornare a un’ora determinata).
Ma come è il 2044? Be, usiamo ancora le tastiere, anche se invisibili, quindi Siri-Vaffanculo. I monitor dei computer sono touch e non mi sembra una grande novità. Però devono aver trovato il modo di sconfiggere il colesterolo: quando Joe giovane e Joe vecchio vanno in una tavola calda a parlare, ordina tutti e due bistecca, uova e patate fritte. Posso capire il giovane. Ma il vecchio? Evidentemente c’è una qualche pillola magica che azzera il colesterolo. Oppure, più semplicemente Joe Giovane cerca di ammazzare con la dieta Joe Vecchio e Joe Vecchio è già troppo arteriosclerotico da capirlo. La droga si assume attraverso gli occhi, gli Stati Uniti devono aver acciaccato una cacca strada facendo tra il 2013 e il 2044 perché oramai le donne sono tutte prostitute (un pelo di fica continua a tirare più del carro dei buoi) o pezzenti, gli uomini killer o pezzenti. Le macchine sono quelle dei giorni nostri, solo riadattate per l’energia solare. La Cina è la potenza dominante ma Johnson ragiona in termini di “Think global kill local”, non si perde in spiegazioni socio-politico, a lui interessano solo gli ammazzamenti e i suoi personaggi sono interessati solo a se stessi, i soldi, drogarsi, le puttane.

Mi è venuta la c: la ricchezza degli spunti. Intendiamoci, Looper non è certo il fino sci-fi con dentro un noir ma qui è diverso: spunti e ispirazioni sono tantissimi, tante idee mescolate insieme (non shakerate) con saggezza ed equilibrio, senza rovinarti la digestione. C’è Ritorno al futuro, c’è Terminator, c’è L’uomo dei sogni e c’è pure Carrie. Anche in questo mi ha ricordato Inception che ha mescolato tante cose, come il linguaggio e le icone pop del mondo dei videogiochi mentre capiamo che in questo universo cinematografico hanno visto Matrix perché i cattivi del futuro sono tutti vestiti come Neo in Matrix.
Tanto parlare di Willis e JGL e ho dimenticato la cosa più importante: Emily Blunt. Vederla tagliare la legna, tutta sudata e coi capelli sporchi +è una delle mie scene erotiche preferite del 2013, la seconda è lei che fuma sul letto dopo il sesso e ti racconta quanto triste è stata la sua vita. Porca paletta, passatemi una salviettina…
Nel cast ci sono anche Piper Pierabo, conturbante prostituta, e Paul Dano, su cui bisognerebbe aprire un post apposito per capire cosa cazzo gli è successo. Non che sia finito male, però cazzo dopo Il Petroliere sembrava una cazzo di palla di cannone sparata verso il futuro… Be qui in effetti si ritrova nel 2044, Daje torto…
Però una cosa su Willis e JGL la voglio ancora dire. Robin è imbattibile a imitare Bruce Willis. Se ci fosse un concorso di sosia del vecchio Bruce JGL lo vince sicuro: nessuno come lui inclina la testa e guarda con la fissità degli ottusi il prossimo obiettivo. Dopo il reboot di Batman facciamogli fare pure il reboot di Die Hard. Questo sì che sarebbe un vero viaggio da macchina del tempo degno di Ritorno al futuro.

La battuta
Non cominciamo a parlare dei viaggi nel tempo altrimenti finiamo a fare i diagrammi con le cannucce

messafinita****½ Fa un po’ di tutto, anche se tutto quello che fa è bello ma inutile, un po’ come la matematica pura: magari non serve, ma è sublime.

5 pensieri riguardo “Prima visione/Looper, l’importanza delle lenti a contatto colorate Lascia un commento

  1. E’ un film parecchio diseguale, prodigo d’incongruenze e molto meno action di quanto le premesse lascino immaginare (in fondo lo spara-spara è, pur di livello, breve ed esclusiva di Bruce W.)
    Molto belle le scene con il bambino, ma, dimenticata la commozione, girano un po’ le balle a pensare che vengono 30 anni dopo Carrie e Akira. Gordon Levitt è proprio bravo ma per dimenticare l’indimenticabile Inception fa buono ciucciarsi Premium Rush o l’ottimo The Lookout.

    "Mi piace"

  2. Be’, nel 2044 la migliore arma disponibile per gli scagnozzi della mala ufficiale è una pistolona da cavalleria sixshots che nemmeno l’ispettore Callaghan?
    I loopers (killer professionisti, secondo la vulgata) usano per stendere le vittime (legate & imbavagliate, nientemeno) una sorta di sturacessi senza ventosa che ha una gittata di 15 yarde?
    Ma perchè la NRA non ha bloccato l’uscita di ‘sto film?

    M”a so’ studiata, eh.

    "Mi piace"

Rispondi a steutdCancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: