Vai al contenuto
Annunci

50 e 50 – Scoparsi Anna Kendrick aiuta a superare il trauma di scoprire di avere un cancro? Apriamo un dibattito. Io porto il tazebau

Non avete idea di come Seth Rogen ha usato quella tosatrice

Il dottore parla veloce e non ti guarda nemmeno negli occhi. Ti sta dicendo che hai una rara forma di tumore e il 50% di possibilità di sopravvivenza. Esclami: “Non puó essere, non bevo, non fumo, faccio la raccolta differenziata”.
È tutto vero ed è l’inizio di 50 e 50, film di Jonathan Levine con Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Bryce Dallas Howard e Anna Kendrick. Ma è anche la storia quasi vera di Will Reiser che ha scritto il film e quando era sceneggiatore del Saturday Night Live, scoprì di essere malato. Ne uscì con l’aiuto dei suoi amici tra cui c’era Seth Rogen. Così l’indomabile spirito calvinista di quel magnifico popolo lo ha portato a scrivere un film proprio con Seth Rogen.
50 e 50 è un piccolo gioiellino e un manuale di sopravvivenza. Con il suo Circolo Pickwick rappresentato dall’amico del cuore (Rogen), i compagni di chemio, la terapeuta dell’ospedale, Adam/Gordon-Levitt affronta la malattia con una buona dose di umorismo. Solidissimo il cast, Rogen su tutti, con la parlantina piena di oscenità di ogni tipo e quel finto menefreghismo tipicamente maschile utile a nascondere il mare dentro il cuore di un uomo che rischia di perderne un amico.
50 e 50 è un film che ti porta a pensare alle cose belle della vita, come una birra bevuta ricordando delle ragazze che abbiamo conosciuto al liceo o l’importanza di piccoli gesti che aiutano a superare i propri limiti.
Tra gli attori, bona Bryce Dallas Howard mentre è eccellente Angelica Huston: guardandola ho  trovato conferma alla notizia scientifica che il naso è l’unica parte del corpo umano che continua a crescere anche in vecchiaia.
Poi i piccoli dettagli come il rullo verde che cala le bare dentro la fossa o il sempre sorprendente sistema sanitario americano… Mi aspettavo di vedere qualcuno spuntare da dietro un angolo con la faccia contrita dire che l’assicurazione non copriva la chemioterapia o l’assegno era scoperto o la carta di credito non più valida. Invece…
Ultima annotazione del vostro affezionatissimo riguarda la colonna sonora ma io so’ de bocca bona: se metti dentro ‘na canzone dei Radiohead e una dei Pearl Jam sui titoli di coda hai già vinto il mio voto.

La battuta
Mi dispiace di non essere venuto alla tua mostra, è che ti odio tantissimo

**** La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti può capitare

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: